martedì, Luglio 23, 2024

A lezione di mestieri all’agrinido

GAGLIOLE - I bambini e le bambine della Fornace degli Gnomi hanno incontrato diversi lavoratori, per ultimi due agenti della polizia

agrinido-gagliole
A lezione con la polizia

 

A lezione di mestieri da chi ogni giorno sforna il pane, cura la natura, crea oggetti con le proprie mani e garantisce la sicurezza di grandi e piccoli. Si è appena concluso all’ Agrinido Fornace degli Gnomi, il progetto didattico che ha regalato ai piccoli alunni e alunne il piacere di osservare con i propri occhi, come nascono le cose, cosa significa quando sentono i loro genitori dire quella che per loro è una frase astratta: «Vado a lavoro». Gli ultimi a fare lezione ai bambini e alle bambine, sono stati due agenti della Polizia stradale di Camerino, che hanno mostrato loro le basi dell’educazione stradale, da come si attraversa, a in cosa consiste il loro lavoro, a come comportarsi e a parlare senza  gridare per farsi ascoltare.

La lezione è stata resa possibile per concessione del comando agrinido-gagliole-2-433x650provinciale di Macerata della Polizia stradale, alla fine i bambini e le bambine hanno appreso anche come chiamare il 113 ed ascoltato la sirena suonare. L’obiettivo del progetto didattico sui mestieri ed i saperi artigiani è quello di far comprendere ai giovanissimi, dai 10 mesi ai tre anni di età, che tutto si ottiene lavorando e di far capire loro cosa fanno le persone prima di arrivare a vedere l’oggetto o il prodotto disponibile sui banchi del supermercato, oltre che quello di creare legami con il territorio. Il lavoro fatto con i piccoli riguarda anche l’espressione delle loro emozioni, la paura degli sconosciuti, del dolore, del distacco dai genitori, l’affrontare i disagi e gli strascichi che il terremoto ha portato, imparando l’arte della resilienza, con un’educazione naturale, fatta di ritmi lenti e a contatto con la natura, l’alternarsi delle stagioni.
Un altro momento importante i bambini e le bambine lo hanno vissuto con l’incontro con i nonnini, che sono ospiti del centro per l’ippoterapia, ore trascorse con i cavalli, per alleviare i disagi dell’età. Nel maneggio attiguo all’agrinido, si svolgono spesso incontri di cura e approfondimenti con bambini ed adulti, per apprendere a stare con questi magnifici animali, i cavalli, a cui sembra mancare solo la parola. Lo spettacolo finale ha visto protagonisti insieme anziani e bambini dai quattro ai dieci anni, nel pomeriggio dal titolo “La ricerca delle emozioni”, nel mettere in scena le diverse sfaccettature dell’animo umano, in un’occasione di incontro tra generazioni. Per l’estate l’agrinido non chiude, anzi si apre a tante avventure per i bambini con l’Agricampus, tra attività legate alla natura e agli animali.agrinido-gagliole-1-650x433

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie