La storia della famiglia Lowenthal
deportata ad Auschwitz
diventa un video

La storia della famiglia Lowenthal
deportata ad Auschwitz
diventa un video

0

TREIA – La classe 2° C della scuola secondaria di primo grado ha vinto, con la sua produzione, il concorso regionale “I giovani ricordano la Shoah”

treia_shoha-2-1024x618

La premiazione in Consiglio regionale

La classe 2° C della scuola secondaria di primo grado Città di Treia ha vinto il concorso regionale “I giovani ricordano la Shoah”, per celebrare la Giornata della Memoria. Le alunne e gli alunni con le loro docenti Anna Grazia Rinaldi, Giusy Farace e Gigliola Cinquantini hanno fatto un lavoro di ricerca storica sulla famiglia Lowenthal di Ancona, deportata ad Auschwitz.
Il lavoro di ricerca è stato anche valorizzato da una significativa rappresentazione teatrale dal titolo “Memorie in volo”, che è stata messa in scena a Treia il 27 e 29 gennaio. Il video premiato, dal titolo “Insieme per sempre”, racconta la storia di Guido Loewenthal, di sua moglie, Eugenia Carcassoni e dei loro cinque figli, ebrei di Ancona che, in seguito agli avvenimenti dell’8 settembre 1943, si rifugiano nelle campagne di Appignano. Ad un certo punto arrivano i soldati tedeschi e, mentre il padre e il figlio Ivo riescono a nascondersi, per la povera Eugenia malata e invalida non ci fu niente da fare e fu fatta prigioniera. A quel punto Guido esce allo scoperto offrendo se stesso in cambio della moglie ma furono entrambi caricati sul treno diretti ad Auschwitz. Eugenia morì durante il tragitto e Guido appena arrivato, nelle camere a gas. A salvarsi fu solo Il figlio Ivo che troverà riparo a casa di Maria Principi Mancinelli, che rischiò la vita per salvare la sua.
treia_shoha-3-1024x613

La classe 2°C è stata premiata nel corso di una cerimonia che si è svolta ad Ancona nella Sala del Consiglio regionale, alla presenza del presidente regionale Francesco Acquaroli e della direttrice dell’Ufficio scolastico regionale Donatella D’ Amico. La dirigente scolastica Silvia Mascia Paolo: «È con grande soddisfazione che ho accompagnato le alunne e gli alunni della 2° C ad Ancona. Il loro video spiccava per ispirazione ed originalità, caratteristiche che sono state apprezzate dai presenti. E poi c’è il valore aggiunto del viaggio, pur breve, per il capoluogo di regione. Tutto ciò rimarrà per sempre nella memoria delle ragazze e dei ragazzi. Ma dietro il video dei giovani allievi c’è il grande lavoro dei loro professori!»

treia_shoha-4



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.