venerdì, Maggio 24, 2024

Creano il “Guandardo”
e vincono Eureka

MACERATA - Il gioco della classe 2 C del "L. Lotto" di Monte San Giusto, primo nella competizione, promossa dai Giovani Imprenditori di Confindustria Macerata, grazie a Federmeccanica e al Miur, sul tema della pneumatica.

eureka-3-1024x682
Il guandardo

Si è svolta nell’accogliente atmosfera del Teatro Don Bosco a Macerata, concesso dall’amministrazione comunale di Macerata, la sfida finale per i ragazzi e le ragazze delle Scuole Medie di Eureka! Funziona! Un progetto che, attraverso creatività e innovazione, avvicina i ragazzi e le ragazze  al mondo del lavoro.
Il “Guandardo”, gioco della classe 2 C del “L. Lotto” di Monte San Giusto, ha vinto la competizione.
Circa 200 ragazzi e ragazze si sono messi alla prova presentando la loro invenzione nell’ambito della finale del progetto promosso dai Giovani Imprenditori di Confindustria Macerata, grazie a Federmeccanica e al Miur, sul tema della pneumatica.
eureka-1-1024x682E’ la gara di costruzioni tecnologiche, che ormai da anni lancia alle scuole del territorio la sfida di ideare, progettare e costruire un vero e proprio giocattolo; gara che vuole diffondere la cultura della didattica laboratoriale, alla scoperta di metodi innovativi e nuovi linguaggi e modalità di apprendimento per i giovani.
Carlo Rotini, delegato del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Macerata ha condotto la giornata e ha dichiarato: «come sempre i ragazzi e le ragazze hanno dimostrato di aver saputo interpretare al meglio il nostro progetto che ha un valore formativo importantissimo perché avvicina alla scienza attraverso il gioco, mette insieme discipline quali l’italiano, le scienze e il disegno applicandole alle loro creazioni. Sono i ragazzi i veri protagonisti del futuro».
Carmina Giovanna Pinto, delegata dell’Ufficio Scolastico Regionale ha affermato rivolta ai ragazzi e alle ragazze: «Oggi voi avete fatto lezione! Ed è questa la scuola che ci piace vedere, una scuola attiva, dove i ragazzi sono al centro del loro processo educativo, si mettono in gioco e, risolvendo una serie problemi, realizzano qualcosa di concreto».

Loretta-Cordoni-Clementoni-2-1024x576
Loretta Cordoni di Clementoni

Loretta Cordoni Senior product manager educational, di Clementoni spa ha evidenziato come quei processi messi in atto per la realizzazione del gioco sono gli stessi che nella realtà si applicano nel quotidiano all’interno delle nostre aziende.
Infine Francesco Facciolli, ha affrontato con i ragazzi e le ragazze uno degli “incubi” peggiori di questo periodo della loro vita: la scelta della scuola superiore. Così, in modo scanzonato, hanno esorcizzato alcune delle paure che possono essere scacciate grazie alla capacità di conoscere e raccogliere informazioni.
Una menzione speciale per la migliore progettazione è stata tributata al progetto Il braccio dello sport della 2 G dell’Istituto Comprensivo “G. Ungaretti” di CivitanovaAlta.
A detta della giuria è stato molto difficile scegliere il progetto migliore. Oltre alle classi premiate hanno partecipato: per l’Istituto “E. Paladini” la 2 A (Lancia aerei dei crudopoli) e la 2 B (Mira e tira) di Treia e la 2 E (Catapulta time) e 2 F (The catapult king) di Passo di Treia; per l’Istituto “G. Lucatelli” di Tolentino la 2 A (Flipper a modo nostro).

eureka-2-1024x682

 

“I fantastici sportivi” trionfa al concorso “Eureka! Funziona!”

 

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie