lunedì, Maggio 20, 2024

“La Bella e la Bestia” di Neverland,
un musical al teatro Rossini

CIVITANOVA - Sabato 14 gennaio alle 21,15 l'opera rivisitata e ampliata dalla compagnia di Fano a partire dalla celebre storia di Jeanne-Marie Leprince De Beaumont

La-Bella-e-la-Bestia-1-650x433

Al Rossini arriva un musical “da favola”. Sabato 14 gennaio in programma” La Bella e la Bestia, una rosa per una vita”. Lo spettacolo è portato in scena dalla compagnia Neverland di Fano, che già lo scorso anno aveva incantato il pubblico civitanovese con “Malefica” e la “Bella Addormentata nel Bosco”.

Stavolta, invece, saliranno sul palco con un musical liberamente ispirato alla favola originale di Jeanne-Marie Leprince De Beaumont. Simona Paterniani, regista e autrice del libretto, ha riscritto la storia dandole uno sviluppo più ampio e arricchendola di nuovi personaggi divertenti e stravaganti. La Bella e la Bestia narra del principe Adam, della principessa Francoise e del loro grande amore. Grande amore che purtroppo sarà interrotto dal Dio dei boschi che con un incantesimo trasformerà il principe in una orribile Bestia. La storia si sviluppa attraverso la storia di Belle, il padre Matisse, le due sorelle e gli antagonisti Gerson e Lefesse e non mancheranno poi i simpaticissimi oggetti che animano il castello.

La-bella-e-la-bestia-2-650x433

Sul palco un nutrito numero di attori: Alessandro Di Giulio (La Bestia/principe Adam), Sara Paterniani (Belle) e poi Matteo Pierandi, Erica Di Malta, Laura Sanchioni, Rita Berardi, Roberto Di Giulio, Camilla Allegrucci, Sofia Cacciatore, Ottavio Cannizzaro, Athos Milanese, Benedetta Fabbri, Sara Gambelli e Andrea Vescioli con l’ensemble di Melissa Rinaldi, Alessandro Baldini, Chiara Berloni, Arianna Fratesi e Chiara Franceschetti.

Biglietti acquistabili su Ciaotickets, nei rivenditori e al Rossini giovedì 12, venerdì 13 e sabato 14 gennaio dalle 17.30 alle 19.30 fino ad inizio spettacolo.

La-Bella-e-la-Bestia-3-325x362

 

Marco Cencioni
Marco Cencioni
è il nostro eroe dello sport. Appassionato di calcio, tocco sopraffino, difensore roccioso fuori e dentro il campo. Sulle sue spalle, sopra il numero 4 campeggia il nick name “Ceng”. Ha lo spirito dell’allenatore. Per lui ogni partita si gioca fino al fischio finale, non si arrende mai. Gira il mondo e la provincia per scovare i giovani campioni che diventeranno gli atleti del futuro.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie