Campionato delle lingue,
Caterina Polci top in inglese

Campionato delle lingue,
Caterina Polci top in inglese

0

MACERATA – La studentessa del liceo scientifico Galilei si è classificata al 25° posto nella classifica nazionale delle semifinali, terza nelle Marche e prima in provincia

polci

Caterina Polci

Venticinquesimo posto nella classifica nazionale delle semifinali di lingua Inglese, terza studentessa marchigiana e prima della provincia di Macerata. Sono i risultati ottenuti da Caterina Polci, studentessa del liceo scientifico “Galilei” di Macerata alla 14° edizione del Campionato nazionale delle lingue, organizzato dall’Università di Urbino.
Il campionato ha coinvolto gli studenti e le studentesse delle classi quinte degli Istituti di Istruzione Secondaria del territorio nazionale, con l’obiettivo di far emergere le eccellenze nelle competenze linguistiche in inglese, francese, tedesco o spagnolo. A seguito di una fase di qualificazione di istituto, che comprendeva un quiz al computer sull’uso della lingua e sulla comprensione scritta, Caterina è stata selezionata come rappresentante del liceo “Galilei” per la lingua inglese in quanto ha totalizzato il punteggio più alto tra i suoi compagni.
Con questo punteggio è stata candidata alla fase nazionale, che selezionava i 40 migliori d’Italia, dove la studentessa si è classificata tredicesima su 501 candidati, provenienti da altrettante scuole secondarie di secondo grado. Ha così avuto accesso alla prova semifinale, composta da un quiz al computer e un colloquio orale da remoto.
«Pur non accedendo alla prova finale – scrive la scuola – in presenza a Urbino, prevista per il 26 marzo, riservata soltanto ai primi quindici, considerata la sua posizione in graduatoria e il brillante colloquio orale, abbiamo il piacere di plaudire al suo risultato a livello nazionale. Ha espresso soddisfazione la dirigente scolastica Roberta Ciampechini, con tutti i docenti del dipartimento di lingua inglese e del Consiglio di classe 5 C, in particolare la professoressa Rita Moretti, insegnante di Inglese della studentessa. L’auspicio è che il nostro istituto continui a formare studenti appassionati allo studio di tale disciplina e competenti a livello comunicativo, per potersi muovere con crescente facilità in ambito accademico, lavorativo, culturale e relazionale in una società sempre più globale».



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.