Lego, comunicazione e musica:
il laboratorio di Federico D’Annunzio

Lego, comunicazione e musica:
il laboratorio di Federico D’Annunzio

0

SAN GINESIO – Hanno partecipato alla lezione del formatore le studentesse e gli studenti dell’Istituto “Gentili”

federico_annunzio-1-1024x817

Federico D’Annunzio

Le studentesse e gli studenti del “Gentili” hanno partecipato con interesse all’intervento “Cos’hanno in comune il gioco dei Lego©, la comunicazione facilitata per disabilità cognitiva e la canzone?” Durante il laboratorio Federico D’Annunzio ha sottolineato l’importanza, nella comunicazione speciale, della gestione e valorizzazione del tempo, della progettazione e costruzione del dialogo attraverso lo storytelling, per realizzare un sistema di interbloccaggio efficace, basato anche sul rinforzo (un sistema di gratifiche) o sulla token economy, programma comportamentale che mira ad incrementare la frequenza di comportamenti desiderabili attraverso la consegna di “gettoni” (premi).

federico_annunzio-3-1024x295Il formatore D’Annunzio ha poi sorpreso i ragazzi e le ragazze del “Gentili” mostrando l’efficacia educativa del gioco strutturato, come nella Legoterapia, per lo sviluppo delle competenze socio-relazionali. A tal fine, D’Annunzio ha presentato la sua esperienza personale di collaborazione con altri appassionati dei famosi mattoncini colorati, come in Io Mislego, un’attività ludico/formativa per creare strategie volte al superamento e alla convivenza con le proprie difficoltà.

federico_annunzio-2-1024x822Ulteriore punto di forza del laboratorio, particolarmente apprezzato dai ragazzi e dalle ragazze del “Gentili”: la musicoterapia. Il formatore, che è anche musicista e cantautore, ha sottolineato il potere comunicativo e persuasivo della musica e, in un’atmosfera da concerto acustico, si è esibito alla chitarra nel suo intenso brano “Ci si abitua a tutto”, che racconta in modo semplice ma con profondità ciò che scorre davanti ai nostri occhi senza destare più la minima reazione; un invito a non arrendersi, proprio come fa lui portando avanti la sua passione per il sociale e ispirando le giovani generazioni.

Alessandra Pierini
Scritto da

mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.