Didattica innovativa,
studentessa di Boston
al liceo Leopardi

Didattica innovativa,
studentessa di Boston
al liceo Leopardi

0

MACERATA – L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto Gtl – Global Teaching Labs -, finalizzato a sostenere l’insegnamento di discipline scientifiche in lingua inglese, con particolare attenzione al coding, alla biochimica e alle biotecnologie

MIT-Liceo-Leopardi_001-1024x768

Al centro Maanasi Lynasi, studentessa americana del Massachusetts Institute of Technology di Boston

Nelle ultime settimane il liceo classico Linguistico “G. Leopardi” di Macerata ha ospitato la studentessa americana del Massachusetts Institute of Technology di Boston, Maanasi Lynasi, nell’ambito del progetto Gtl – Global Teaching Labs -, finalizzato a sostenere l’insegnamento di discipline scientifiche in lingua inglese, con particolare attenzione al coding, alla biochimica e alle biotecnologie.
Il progetto, coordinato dai proff Apolloni e Bartoloni, ha offerto alle studentesse e agli studenti del Liceo Leopardi l’opportunità di vivere un’esperienza formativa qualitativamente significativa, potenziando l’uso della lingua inglese e delle nuove tecnologie per la didattica, presenti all’interno dell’Istituto anche grazie alle risorse ottenute tramite il Pnrr Scuola 4.0 – Next Generation Classrooms and Labs.
I docenti hanno inoltre goduto dell’opportunità di entrare in contatto con una metodologia didattica basata sull’approccio hands on, raccogliendo stimoli e materiali utili per l’insegnamento, in lingua straniera, di una disciplina non linguistica secondo l’approccio CLIL – Content and Language Integrated Learning.

«I nostri stridenti si dovranno confrontare – afferma la dirigente scolastica Angela Fiorillo – con un mondo universitario e professionale in continua evoluzione, che richiederà flessibilità e capacità sempre nuove. L’attenzione mostrata dal Liceo Leopardi nei confronti delle discipline Stem delle nuove tecnologie per la didattica e delle attività laboratoriali contribuisce in maniera significativa a costruire competenze che si riveleranno fondamentali per il futuro».



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.