Dante si studia al cinema,
in arrivo a Civitanova Davide Rondoni

Dante si studia al cinema,
in arrivo a Civitanova Davide Rondoni

0

SCUOLA – Torna l’iniziativa dell’associazione dantesca dedicata agli istituti della città per la diffusione delle cantiche della Divina Commedia. Gli studenti e le studentesse delle classi terze degli istituti superiori prenderanno parte alla visione di “Mirabile visione: Inferno”, del regista Matteo Gagliardi. Previsto incontro anche con il vincitore del premio Strega giovani Daniele Mencarelli

Avati1-650x488

Il progetto dello scorso anno con l’incontro (in collegamento) con il regista Pupi Avati

Dopo il successo dell’iniziativa dello scorso anno con la visione del film Dante di Pupi Avati, anche quest’anno, l’associazione dantesca civitanovese ha coinvolto il comune e l’azienda Teatri in un progetto didattico rivolto alle scuole della città per avvicinare maggiormente gli studenti alla Divina Commedia. I ragazzi e le ragazze delle scuole superiori (previsto il coinvolgimento delle classi terze) parteciperanno alla proiezione di “Mirabile visione: Inferno”, del regista Matteo Gagliardi. Si tratta di un lavoro originale ma filologicamente molto corretto, nel quale i versi danteschi sono occasione di riflessione e di giudizio sui nostri limiti personali e sulle grandi contraddizioni del nostro tempo.

Il primo appuntamento del progetto è in calendario per il 15 dicembre, quando gli studenti incontreranno il poeta e critico letterario Davide Rondoni, nell’auditorium dell’istituto di istruzione superiore “Leonardo da Vinci”. Per il mese di febbraio è prevista la presenza dello scrittore Daniele Mencarelli, premio Strega Giovane di due anni fa. A marzo ci sarà la proiezione del film, al Rossini, e il dialogo con il regista che sarà presente in sala. Gli studenti, come in occasione del film di Avati, potranno liberamente aderire ad un concorso video-grafico-pittorico. I primi tre ritenuti migliori verranno premiati con dei buoni spesa da utilizzare presso l’azienda Teatri di Civitanova.

«Il nostro scopo è quello di favorire un incontro diretto e personale con la poesia di Dante – ha esordito il presidente dell’associazione Domenico Bartolini –. La Commedia, infatti, dopo seicento anni continua ad illuminare il cuore degli uomini e a fornire occasioni di valutazione sui grandi eventi della società». Il progetto dell’associazione dantesca civitanovese è stato reso possibile grazie alla collaborazione degli assessorati alla Cultura, all’istruzione e alle politiche giovanili del comune e dei Teatri di Civitanova. Gli amministratori comunali hanno voluto sottolineare il contributo alla crescita culturale dell’intera città fornito da tali iniziative. In particolare, il sindaco Ciarapica ha ringraziato l’associazione dantesca per le tante proposte di alto spessore organizzate in questi anni a Civitanova. Un ringraziamento cui si unisce l’assessore Barbara Capponi, che ne ha evidenziato «la portata fortemente educativa, indispensabile contributo per una didattica efficace nelle scuole». Per l’assessore alle politiche giovanili Francesco Caldaroni, l’incontro con un autore come Dante «è un’occasione perché i giovani allarghino il loro sguardo sulla vita», mentre la presidente Centioni ha voluto ricordare la vicinanza dell’azienda Teatri al mondo della scuola e ai giovani in generale



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.