giovedì, Giugno 20, 2024

“Nessuna differenza”,
un libro ideato e realizzato
al doposcuola

CASTELRAIMONDO- Il testo ha affrontato il tema delle differenze di genere

WhatsApp-Image-2023-06-05-at-10.28.34-2
La presentazione del libro “Nessuna differenza” scritto dai bambini del centro Primavera di Castelraimondo ha chiuso le attività del progetto lettura. Bambini, bambine e genitori hanno riempito la biblioteca comunale del paese, alla presenza della responsabile dei Servizi Sociali Anna Benigni, del vicesindaco Roberto Pupilli, dell’assessore ai Servizi Sociali Ilenia Cittadini e per la Cooperativa il Faro di Mirko Paccaloni e delle educatrici Isabella Cucculelli e Natasha Conversini.
Dalla lettura di diversi testi è scaturita l’idea di far diventare i partecipanti al corso dei piccoli scrittori. «Così è stato – afferma Isabella Cucculelli, coordinatrice del Centro Primavera – i bambini hanno dedicato se stessi a questo elaborato: si sono scontrati con la difficoltà di far combaciare diverse idee e diversi stili di scrittura, ci sono stati litigi per le diverse prospettive e sorrisi per idee buffe e esilaranti, hanno fatto gruppo e hanno collaborato». L’assessore Cittadini ci tiene a ringraziare le educatrici «perché questo centro di aggregazione offre non solo un importante servizio doposcuola per bambini e genitori, ma promuove sempre temi importanti per formare dei validi adulti».

WhatsApp-Image-2023-06-05-at-10.28.34-1
L’argomento trattato nel progetto, infatti, è stato la differenza di genere: lo si è affrontato attraverso laboratori, discussioni e giochi. Un tema che tocca molto spesso i bambini e le bambine che a volte, ad esempio, sentono il peso della discriminazione tra maschi e femmine. Il libro termina con una frase: “Ogni volta che cadrai nessuno ti prenderà in giro, perché se credi veramente nel tuo sogno troverai la forza di rialzarti”. Esattamente come hanno fatto i due protagonisti della storia, che lottando tramite una semplice partita a squadre miste hanno raggiunto il loro sogno di dimostrare che non vi è differenza tra maschi e femmine, che anzi si completano a vicenda. «Questo libro è un importante risultato che testimonia che questi bambini insieme alle educatrici credono profondamente che essere diversi non significa essere meno importanti» continua Cittadini. Soddisfazione e apprezzamenti anche da parte del vicesindaco Pupilli che si è complimentato per il lavoro svolto quotidianamente in quanto «come amministrazione teniamo molto ai nostri bambini che rappresentano il nostro futuro e il futuro di Castelraimondo». Ha partecipato all’iniziativa anche la docente esperta di ceramica e acquerello con prodotti naturali Barbara Giorgi, che ha parlato di bambini curiosi e appassionati. Il pomeriggio si è concluso con un momento conviviale e un arrivederci a settembre.

 

 

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie