sabato, Luglio 13, 2024

Studenti in tribunale
per assistere a un processo

MACERATA - In occasione del giorno del ricordo della strage di Capaci, una classe del Liceo classico e linguistico “G. Leopardi” ha avuto l’opportunità di assistere ad un’udienza penale

06b15aaa-3fab-4be1-95aa-8722f04d8d0b-702x336

Nel giorno dedicato al ricordo della strage di Capaci, che vide la morte del giudice Giovanni Falcone, della moglie e degli agenti di polizia della scorta, gli studenti del Liceo classico e linguistico “G. Leopardi” di Macerata hanno avuto l’opportunità di assistere ad un’udienza penale al Tribunale di Macerata.
Gli allievi, accompagnati dai docenti Alessandro Farinelli e Sandro Princiotta, hanno avuto l’opportunità di osservare alcune fasi di un processo in corso e hanno potuto dialogare con i magistrati e gli avvocati, che li hanno resi partecipi spiegando loro le regole che governano il processo penale e il ruolo delle parti nel dibattimento.
Nei mesi precedenti, gli studenti coinvolti nell’iniziativa, che hanno frequentato il Percorso “Giuridico – Economico” promosso dal Liceo, hanno studiato i principi relativi al processo penale, i ruoli di difesa, accusa e giudice e la funzione del processo attraverso la collaborazione degli avvocati Renato Coltorti e Fulvia Bravi, della Sezione didattica della Sede di Macerata dell’Unione delle Camere penali italiane. Questa esperienza si pone,
pertanto, a coronamento di un percorso formativo che ormai da anni coinvolge gli studenti del triennio dell’Istituto.
«La nostra scuola – spiega la Dirigente, prof.ssa Angela Fiorillo – promuove il valore della legalità in modo costante e trasversale, attraverso iniziative ed esperienze che contribuiscono alla maturazione di competenze orientative rispetto alle professioni giuridiche e alla formazione, nei nostri allievi, di un giudizio critico rispetto al loro essere studenti e cittadini”.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie