giovedì, Giugno 13, 2024

Due studentesse del “Leopardi”
tra le migliori in Italia nelle lingue straniere

MACERATA – Sara Di Stefano è risultata tra i migliori 40 al campionato nazionale di Urbino. Secondo posto per Margherita Antolloni della classe 2A al concorso Juvenes Translatores

Campionati-delle-lingue-straniere_01-650x450

Sara Di Stefano

Quarantuno studenti delle classi terze e quinte hanno partecipato alla 13° edizione del campionato nazionale delle lingue, promosso dall’università di Urbino e rivolto a tutti gli studenti del quinto anno degli istituti italiani.

Margherita-Antolloni

Margherita Antolloni

Sara Di Stefano, della classe 5I, è riuscita a qualificarsi tra i 40 migliori candidati di tutto il territorio nazionale e alle semifinali si è classificata tra i primi quindici studenti, posizionandosi al quarto posto. Ora si spera nella finale del  3 e 4 aprile 2023.
Un altro riconoscimento è andato a  Margherita Antolloni della classe 2A, che ha partecipato insieme  ad altri 4 studenti al concorso Juvenes Translatores, coordinato dalla docente Maria Luisa Violini, scegliendo di tradurre dall’inglese all’italiano il testo della prova. La giuria, ha anche segnalato l’ottimo lavoro di alcuni studenti, che hanno ricevuto una menzione speciale. Nella graduatoria, costituita da 34 studenti per l’intero territorio nazionale, Margherita è risultata al secondo posto, con un giudizio davvero lusinghiero: «Una traduzione briosa e creativa, molto piacevole da leggere. Lo sforzo di comprensione e resa del testo e l’attenzione al tono e alla scorrevolezza non passano inosservati, peccato per qualche imperfezione. Nel complesso una buona prova, di cui andare fiera».

&

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie