lunedì, Maggio 27, 2024

“PretenDiamo legalità”,
i sei incontri nelle scuole

PROGETTO - Proseguono gli appuntamenti con gli alunni e le alunne delle secondarie di primo e secondo grado, nell’ambito dell’iniziativa “Scuole sicure”

 

WhatsApp-Image-2023-02-10-at-13.12.59-1024x768
Un incontro nelle scuole della Provincia di Macerata

Proseguono gli incontri con gli alunni e le alunne delle scuole secondarie di primo e secondo grado della provincia di Macerata promossi dalla Questura, fortemente voluti dal prefetto Flavio Ferdani nell’ambito dell’iniziativa “Scuole sicure” volta alla prevenzione del consumo di sostanze stupefacenti. L’iniziativa, pianificata nell’ambito del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, prevede una serie di incontri tenuti da poliziotti specializzati in materia.

WhatsApp-Image-2023-02-10-at-13.12.41-1024x461

Numerose sono le scuole che hanno aderito alla sesta edizione del concorso/progetto “PretenDiamo legalità” per l’anno scolastico 2022/2023, elaborato dalla Polizia di Stato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione.

WhatsApp-Image-2023-02-10-at-13.12.391-1024x461

«L’obiettivo – si legge nella nota della Questura – è stimolare una riflessione sull’importanza della legalità nel più ampio senso del termine, del rispetto dei diritti delle persone e delle norme che regolano la civile convivenza tra i cittadini, sui valori della Costituzione innalzando nel contempo l’attenzione sui fenomeni del bullismo, del cyberbullismo e della violenza di genere, della dipendenza da internet, l’abuso di alcool e sostanze stupefacenti, nonché sull’importanza della lotta al terrorismo e ad ogni forma di criminalità, anche organizzata».

WhatsApp-Image-2023-02-10-at-13.12.37-1024x212

Prendendo spunto dagli incontri, gli studenti e le studentesse produrranno dei lavori (scritti, disegni, cortometraggi, ecc.) che saranno che saranno oggetto di un concorso provinciale e nazionale.

WhatsApp-Image-2023-02-10-at-13.12.43-1024x461

«Obiettivo primario della Polizia – si legge nella nota – è quello di offrire agli studenti e ai loro insegnanti un’informazione corretta ed autorevole sulla pericolosità delle sostanze stupefacenti e sulle conseguenze riconducibili al loro utilizzo».

WhatsApp-Image-2023-02-10-at-13.12.38-1024x354

In particolare, sono state visitate sei scuole. Il 31 gennaio la secondaria di primo grado “Mattei” di Matelica: incontro tenuto dal vice questore aggiunto Matteo Luconi e dal vice sovrintendente Giuseppina Pinna. Il primo febbraio il liceo Classico e Scientifico “Leopardi” di Recanati: incontro tenuto dal vice questore aggiunto Matteo Luconi e dal vice sovrintendente Giuseppina Pinna. Il 4 febbraio la scuola di primo grado “Betti” di Camerino: incontro tenuto dal vice questore aggiunto Matteo Luconi e dal vice sovrintendente Giuseppina Pinna. Il 6 febbraio l’istituto “Gentili” di Macerata: incontro tenuto dal capo di gabinetto Edoardo Polce, insieme all’ispettore Stefano Ronconi della Polizia stradale e all’ispettore Claudio Tarulli della Sezione operativa per la sicurezza cibernetica di Macerata. L’8 febbraio l’istituto comprensivo “Badaloni” di Recanati: incontro tenuto dalla dirigente della divisione anticrimine Patrizia Peroni, insieme all’ispettore Claudio Tarulli della Sezione operativa per la sicurezza cibernetica di Macerata. Il 9 febbraio l’istituto “Sanzio” di Porto Potenza: incontro tenuto dal capo di gabinetto Edoardo Polce.

WhatsApp-Image-2023-02-10-at-13.12.381-653x1024

Marco Cencioni
Marco Cencioni
è il nostro eroe dello sport. Appassionato di calcio, tocco sopraffino, difensore roccioso fuori e dentro il campo. Sulle sue spalle, sopra il numero 4 campeggia il nick name “Ceng”. Ha lo spirito dell’allenatore. Per lui ogni partita si gioca fino al fischio finale, non si arrende mai. Gira il mondo e la provincia per scovare i giovani campioni che diventeranno gli atleti del futuro.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie