lunedì, Giugno 17, 2024

Viaggio nella memoria
tra i campi di prigionia nel Maceratese

MACERATA - Studenti e studentesse dell'Ite Gentili hanno incontrato Annalisa Cegna, la presidente dell’Istituto storico della Resistenza "M. Morbiducci”

cegna-3-766x1024
L’incontro con Annalisa Cegna

Gli studenti e le studentesse delle classi quarte e quinte dell’Ite “Gentili” di Macerata hanno partecipato ad un incontro con Annalisa Cegna, la presidente dell’Istituto storico della Resistenza “M. Morbiducci”, all’interno di una serie di appuntamenti dedicati alla Giornata della Memoria del 27 gennaio.
«L’incontro è stato particolarmente prezioso – scrive la scuola – per il tema di cui Cegna è studiosa e ricercatrice: i campi di prigionia ed internamento presenti nel nostro Paese ed in particolare nella nostra provincia; i ragazzi e le ragazze hanno potuto così fare un viaggio nella memoria e scoprire che queste strutture erano in funzione ed operative a Petriolo, Treia, Pollenza e Sforzacosta di Macerata, su quest’ultimo in particolare un gruppo di studenti del “Gentili” sta facendo delle ricerche specifiche.

cegna-2-768x1024Luoghi di prigionia e dolore per coloro che furono costretti a passare lì parte della propria esistenza, per alcuni anche il punto di partenza per raggiungere i campi di sterminio tedeschi. Cegna ha mostrato i documenti, le foto, le lettere e tantissimo materiale con cui è stato possibile fare un’attenta analisi storica che ha messo in luce una pagina tanto oscura quanto orrenda della nostra storia. All’elaborazione del percorso ha contribuito la professoressa Susanna Ghelardi in collaborazione con altri docenti dell’Istituto con la finalità di indagare, ricostruire e capire cosa successe allora, per creare una cultura storica nelle coscienze dei giovani studenti».

cegna-1-768x1024

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie