sabato, Luglio 20, 2024

“GenerAzioni di Tolentino”
e il progetto su Maria Spes Bartoli,
la prima fotografa nelle Marche

INIZIATIVA realizzata dagli alunni e dalle alunne della scuola secondaria con i volontari Auser il Girasole. Hanno presentato il loro lavoro su Vikidia, enciclopedia online scritta da giovanissimi

lucatelli-3-1024x768

Concluso il progetto “GenerAzioni di Tolentino”, realizzato dagli alunni e dalle alunne della secondaria con i volontari Auser il Girasole. Nell’aula magna del “Lucatelli” erano presenti la referente Cultura Auser Marche, Maria Teresa Marziali, e le referenti di progetto Michela Nerpiti e Ombretta Piloni.

lucatelli-2-1024x768

Il progetto è stato supervisionato dal professor Giacomo Alessandroni, vice presidente di Vikidia e supportato dal Centro servizi volontariato (Csv) e Spi Provinciale di Macerata. Sono intervenuti la vice preside Giovanna Petrella, incaricata dalla dirigente scolastica Mara Amico, la presidente del Circolo Auser Isa Vitaliani De Bellis e alcuni volontari, la dottoressa Laura Mocchegiani, il professor Stefano Lucinato, la professoressa Alessandra Santini e il sindaco di Tolentino Mauro Sclavi, il quale «ha manifestato un alto apprezzamento del lavoro svolto su un interessante spazio digitale, ancora poco conosciuto».

lucatelli-1-1024x768
“Giacomo Alessandroni, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons”

Gli alunni e le alunne hanno presentato il loro lavoro su Vikidia (enciclopedia online scritta da giovanissimi) riguardante Tolentino e, in particolare, una voce sulla illustre figura di Maria Spes Bartoli, la prima fotografa nelle Marche. Gli adulti sono stati per i giovanissimi una delle fonti di sapere e, insieme, lavorando in Vikidia, hanno imparato ad essere protagonisti, e non solo fruitori, della rete Internet. «Tutti hanno perfettamente aderito allo slogan Be Bold! Sii audace e scrivi!».

Marco Cencioni
Marco Cencioni
è il nostro eroe dello sport. Appassionato di calcio, tocco sopraffino, difensore roccioso fuori e dentro il campo. Sulle sue spalle, sopra il numero 4 campeggia il nick name “Ceng”. Ha lo spirito dell’allenatore. Per lui ogni partita si gioca fino al fischio finale, non si arrende mai. Gira il mondo e la provincia per scovare i giovani campioni che diventeranno gli atleti del futuro.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie