domenica, Luglio 14, 2024

Karate, superati gli esami
per il passaggio di cintura e di livello

RECANATI - Il maestro Alberto Cristofanetti ha preparato gli allievi e le allieve del Centro studi karate Marche della città leopardiana, mentre l'istruttore Matteo Fiorentini ha preparato gli allievi e le allieve dell'Hachiman Dojo

 

Karate-1-1024x665
Gli atleti e le atlete del Centro studi karate Marche di Recanati

Nella palestra della scuola primaria “Lorenzo Lotto”, nel quartiere Villa Teresa di Recanati, si è svolta la sessione degli esami di fine corso dell’anno sportivo 2021-2022 di karate tradizionale stile Shotokan per il passaggio di grado e cintura per tutti gli allievi del Centro studi karate Marche e dell’affiliata Hchiman Dojo. Il Cskm di Recanati, affiliato Fedka (Federazione europea karate e discipline associate), sotto la guida del maestro Alberto Cristofanetti cintura nera, ha preparato gli allievi e le allieve delle scuole di Recanati che si sono sottoposti all’esame, mentre l’istruttore Matteo Fiorentini ha preparato gli allievi e le allieve dell’Hachiman Dojo. Il maestro Cristofanetti ha anche presieduto e diretto la commissione tecnica esaminatrice.

Karate-

Dopo le prove di kihon (tecnica) e kata (forme codificate) gli allievi sono stati tutti promossi ed hanno conseguito i gradi di cintura gialla (8° kyu – Alessandro Gianfelici, Aurora Alili, Caterina Pani, Lorenzo Beccacece, Nicolas Corvatta, Simone Marchegiani, Stella Savoretti), cintura arancio (7° kyu – Diego Jachetta, Edoardo Alberti, Federico Camellina, Michele Jachetta), cintura verde (6° kyu – Gabriel Angelelli), cintura blu (5° kyu – Flavio Moschini, Nicola Brandoni, Nicolas Stortoni), cintura secondo blu (4° kyu – Sasha Damiani), cintura seconda marrone (2° kyu – Arianna Bertini, che ha ottenuto anche il punteggio più alto di tutta la sessione di esami).

Marco Cencioni
Marco Cencioni
è il nostro eroe dello sport. Appassionato di calcio, tocco sopraffino, difensore roccioso fuori e dentro il campo. Sulle sue spalle, sopra il numero 4 campeggia il nick name “Ceng”. Ha lo spirito dell’allenatore. Per lui ogni partita si gioca fino al fischio finale, non si arrende mai. Gira il mondo e la provincia per scovare i giovani campioni che diventeranno gli atleti del futuro.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie