venerdì, Giugno 14, 2024

Le vie del centro storico
animate dalla cultura urban

CINGOLI - Studenti del liceo "Leopardi" coinvolti nel progetto "Phatos in the street" che si terrà mercoledì 1 giugno

WhatsApp-Image-2022-05-26-at-11.59.37
Studenti che prenderanno parte all’evento

“Pathos in the street” ,questo è il titolo dell’ evento-spettacolo, conclusione di un progetto che ha coinvolto gli studenti  e le studentesse del liceo “Leopardi” di Cingoli in collaborazione con gli alunni e le alunne dell’ istituto comprensivo di Cingoli, dell’istituto alberghiero e con il comune di Cingoli . Dalle 19 il centro storico si animerà di performance artistiche che si potranno ammirare passeggiando per le vie e assaporando svariati menù a tema proposti dai ristoratori e bar locali .

«Il pathos  – si legge in una nota dell’istituto – è una delle due forze che regolano l’animo umano, secondo il pensiero greco. Esso si oppone al logos, che è la parte razionale. Il pathos è la parte irrazionale dell’animo: tensione emotiva, passione, sentimento, emozione, commozione, liricità.
Pathos come la sofferenza vissuta in questi due anni di pandemia ma anche pathos come rinascita dalla sofferenza attraverso l’ amore e la passione per la danza e la musica. Recuperato lo “spazio dell’anima”, in un luogo-non luogo, quello della strada , si aprirà un nuovo corso, una nuova vita.

Il progetto multidisciplinare in collaborazione con la scuola di danza “Nuovo spazio studio danza” di Jesi ha voluto sottolineare il valore educativo e socializzante del linguaggio dell’arte performativa intesa come integrazione fisica ed emotiva dell’individuo con l’obiettivo di incoraggiare l’atto creativo e sviluppare le capacità comunicative ed espressive del singolo e del gruppo, attraverso laboratori teorico pratici di danza, musica, arte».

Il progetto che si è avvalso di esperti qualificati, professionisti di grande talento e si è articolato in tre attività attraverso laboratori teorico-pratici destinati alla conoscenza della cultura “Urban” in tutte le sue forme. Uno è il laboratorio motorio di danza con lezioni e performance finalizzate all’apprendimento di alcune tecniche dell’ “Urban dance” come “l’Hip-hop” e la “Break dance”, stili coreutici che, attraverso la musica con cui si esprimono, sono di facile coinvolgimento e approccio tecnico, in grado di trasformare in energia positiva le negatività presenti nel disagio del mondo giovanile.

Un altro laboratorio è stato quello teorico-pratico di “Street art”, finalizzato alla conoscenza dei principali artisti di street art e delle loro opere, con lezioni di tecniche artistiche pittoriche. Infine un Laboratorio teorico di musica rap. Al progetto hanno partecipato anche le classi 3°A e 3°D dell’istituto comprensivo E. Mestica di Cingoli con un laboratorio di street art tenuto dal professore Daniele Duranti, al fine di incentivare la continuità didattica tra i due ordini di scuola.
Gli studenti e le studentesse dell’istituto alberghiero Varnelli di Cingoli insieme al professore Bruno Spaccia hanno creato un menù a tema approfondendo in particolare l’arte culinaria dello street food. Lo street food, infatti, non è solo un fenomeno di moda, è anche un nuovo modo di vivere il rapporto millenario di una cultura con il proprio cibo, con le proprie radici, reinventandolo tutti i giorni in forma innovativa, sorprendente, pratica e soprattutto gustosa.

Sono stati coinvolti gli operatori e le operatrici del settore ristorativo del territorio che hanno proposto dei cibi e drinks da consumare anche in strada per deliziare la serata.

 

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie