martedì, Giugno 25, 2024

Come si vive
in una comunità terapeutica:
liceali alla Pars

MACERATA - I ragazzi e le ragazze del liceo artistico Cantalamessa hanno visitato la cooperativa e il Villaggio San Michele arcangelo per parlare di droga ed esperienze di vita

WhatsApp-Image-2022-05-25-at-12.53.05-1024x768
Studenti durante la visita alla Pars

Gli studenti e le studentesse delle classi 3° e 4° B del liceo artistico Giulio Cantalamessa di Macerata hanno passato nei giorni scorsi una mattinata diversa dalla classica routine scolastica: un dibattito partecipato, la testimonianza di due ragazzi ospiti delle Comunità terapeutiche gestite dalla Cooperativa sociale “Pars”, la visita aziendale alla Cooperativa agricola “San Michele arcangelo” e un momento di formazione ludico con quiz e simulazione tramite visore per testare le conoscenze e approfondire i problemi e le conseguenze derivanti dall’uso e dall’abuso di alcol e droga.

WhatsApp-Image-2022-05-25-at-12.53.05-1-1024x768
Presentazione della cooperativa

«Dopo le iniziative di prevenzione – si legge in una nota della Pars –  svolte nei mesi precedenti al Cantalamessa, le psicologhe Irene Costantini e Samantha Zanconi hanno dialogato con i ragazzi e le ragazze toccando temi molto vicini a loro, come l’illusione che il controllo dell’uso di droghe sia sufficiente ad eliminare il rischio di dipendenza o che le droghe di origine naturale siano innocue e meno devastanti di quelle sintetiche».

Due ospiti delle Comunità terapeutiche della Pars hanno raccontato la propria esperienza di riabilitazione in corso: le regole, gli orari e il rapporto con gli educatori; l’impegno costante anche quando le giornate e i pensieri sono pesanti; la consapevolezza di sé che si ricostruisce nelle attività del quotidiano; l’importanza di prendersi cura degli spazi in cui si vive, delle cose e della propria persona. «Fare ordine fuori per portare l’ordine dentro sé stessi», come ha evidenziato una studentessa.

WhatsApp-Image-2022-05-25-at-12.53.05-2-768x1024
Dimostrazione di alcune delle attività che vengono svolte

Marmellate e succhi di frutta bio offerti come merenda per presentare l’Azienda agricola San Michele, nella quale gli ospiti della Pars svolgono attività formative nel settore orto-frutticolo. Un piccolo momento conviviale per conoscere un progetto di formazione lavorativa in una realtà che ad oggi si attesta tra le eccellenze biologiche nazionali.

L’incontro si è concluso con una riflessione aperta da parte degli studenti, che hanno condiviso le emozioni scaturite durante le testimonianze: gioia, sorpresa, timore, stupore e tanto altro.

Una giornata dedicata alla prevenzione e all’informazione, che si colora anche dei toni del volontariato, desiderio che alcuni studenti hanno espresso alla fine dell’incontro.

pars

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie