lunedì, Giugno 24, 2024

Sapere, saper fare e saper essere:
i Pon del “Leopardi”

SARNANO - Coding e robotica attraverso l’uso del programma “Scratch”, piccoli scienziati in laboratorio, story telling in inglese e tante altre attività per una didattica focalizzata

pon
Coding e robotica attraverso l’uso del programma “Scratch”, piccoli scienziati in laboratorio, story telling in inglese: sono solo alcune delle attività promosse nell’istituto comprensivo Leopardi di Sarnano nell’ambito dei progetti Pon.

«In una scuola sempre più consapevole della necessità stringente di cambiare quell’approccio didattico di sterile trasmissione del sapere è indispensabile il ricorso ad una didattica focalizzata sullo studente, sull’attivazione di competenze e sull’acquisizione attiva di apprendimenti. Una conoscenza intesa come “sapere agito” che si traduce in un rinnovamento del ruolo dei docenti, sempre più chiamati a sperimentare nuove metodologie, adottando pratiche di insegnamento comuni e privilegiando approcci laboratoriali. Leggere e comprendere un problema, saper ricavare, organizzare ed elaborare informazioni e analizzare i risultati ottenuti, rientrano in quelle competenze sovradisciplinari che vanno declinate e valutate attraverso livelli ed attestano il grado di padronanza in termini di autonomia e responsabilità individuali per una consapevolezza sempre maggiore del sé».

All’Istituto Comprensivo G. Leopardi di Sarnano, tutto questo si è tradotto nel piano del progetto Pon “Apprendimento e socialità” che è articolato in due sottoazioni. La prima, “Insieme per crescere”, mira a consolidare le competenze di base attraverso i  moduli “Scratchando…programmiamo”, laboratorio per il potenziamento delle competenze digitali e d’informatica, con l’approfondimento di coding e robotica attraverso l’uso del programma “Scratch” e “Piccoli scienziati sperimentando… crescono”, che prevedeva la creazione di un laboratorio inteso come “luogo ludico di ricerca e sperimentazione” per avviare gli alunni e le alunne a una valida conoscenza dei fenomeni scientifici. Altri moduli sono in pieno svolgimento come: “Girando per il mondo… ad alta voce”, modulo che prevede lettura e animazione di storie con vari materiali e la creazione di una storia utilizzando esclusivamente la verbalità; “Tell me a story”, “More than just a story”, “Once upon a time… in the open air”, laboratori di storytelling in inglese, mediante attività ludiche e manipolative varie connesse alla storia, ai personaggi e alle tematiche affrontate. In partenza invece il modulo “Si farà musica insieme”, laboratorio per il potenziamento del linguaggio musicale, simboli musicali, conoscenza degli strumenti musicali, espressione corporea. Infine, tra maggio e giugno, grande attenzione al corpo con gli interventi per la riduzione della dispersione scolastica e per il successo scolastico degli studenti, mediante la seconda sottoazione “Pon…Ti, partenza, via!”: i moduli programmati sono “Crescendo, giocando”, laboratorio di psicomotricità; “Il corpo in movimento”, attività motoria per migliorare la padronanza degli schemi motori e posturali; “Sportivi si diventa”, attività motoria finalizzata all’avvio di sport di squadra.

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie