martedì, Giugno 18, 2024

Undici civitanovesi
ai Colloqui fiorentini

SCUOLA - Studenti e studentesse del "Bonifazi" hanno ottenuto quattro menzioni d'onore al concorso letterario nazionale dedicato quest’anno a Dino Buzzati

Studenti-del-Bonifazi-di-Civitanova
Studenti e studentesse ai Colloqui

Istituto “Bonifazi” di Civitanova in luce, ancora una volta, al concorso letterario nazionale dei Colloqui Fiorentini, dedicati quest’anno a Dino Buzzati, scrittore, pittore nonché inviato di punta del Corriere della sera. Un concorso che ha visto la partecipazione di migliaia di studenti e studentesse delle scuole superiori di tutta Italia. I trenta partecipanti, della scuola diretta dal professor Claudio Bernacchia, hanno visto riconosciuti e premiati i loro lavori (tesine, video, racconti, fumetti) con quattro menzioni d’onore nelle sezioni Tesina, Narrativa ed Arte, ed un secondo posto nella sezione Arte.
Questi i ragazzi e le ragazze che si sono distinti: Donia Bouchnak, Giorgia Bogdan, Siusinell Gigli, Mercado Kellinyer, Vigilia Raffaella, Angelica Pioli, Katerina Clarizio, Francesco Cecchini, Thomas Principi, Carletti Elena, Mattia Conti.
«Un appuntamento, questo dei Colloqui – scrive la scuola – che da anni gli studenti e le studentesse del Bonifazi vivono con intensità e passione. L’incontro con l’opera di Buzzati si è rivelata una luce, che ha consentito un colloquio intimo ed unico con l’umanità di ciascuno, così ferita e depressa da due anni di Covid, avvilita per i venti di guerra che aleggiano sul vecchio continente e inquieta per l’incertezza di un futuro che appare privo di promesse.
In questo clima di instabilità e di incertezza, leggere e confrontarsi con i racconti ed i romanzi di questo grande autore, e con il titolo del concorso: “Uno ti aspetta”, è stato per i trenta ragazzi dei corsi Grafico, Moda e Turistico la possibilità di scoprire un amico più grande, che li ha introdotti nell’esperienza del mistero e della bellezza».

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie