giovedì, Giugno 20, 2024

Mosciolino, Papagnoco,
Lu Sfrigne e gli altri
Viaggio tra le maschere marchigiane

CARNEVALE - I personaggi tradizionali, le loro storie e origini

WhatsApp-Image-2022-02-28-at-13.41.58-626x1024
(grafica di Federica Temperini)

di Pedro Logan Giuffra Chocano

Domani è Carnevale. Le Marche, come molte regioni d’Italia, hanno nella loro tradizione maschere di carnevale molto affascinanti, con delle origini che riflettono i sentimenti e opinioni del epoca in cui sono state create.

la storia di Mosciolino - Ancona

Una delle maschere più importanti è Mosciolino, che prende il nome dal “mosciolo”, un nome locale del mitilo, i suoi vestiti erano ricoperti di cozze, alghe e brandelli di reti da pesca, i suoi capelli erano ricoperti di sale e molto allegro. La sua storia narra che quando vide un carro a forma di Nettuno il giorno di Carnevale, decise di seguirlo venendo scambiato per una maschera e ammirato per questo.

 

Mosciolino, Papagnoco e Burlandoto: la storia delle maschere del carnevale anconetano - Attualità - CentroPagina - Cronaca e attualità dalle MarcheTra le altre maschere famose ci sono quelle di Papagnoco, un contadino fustigatore dei liberi costumi dei cittadini e Burlandoto, una guardia daziaria e controllore delle merci, i due erano originalmente delle bambole poi trasformate in maschere.

 

File:Marche - Rabachen e Cagnera.jpg - Wikipedia

A Pesaro possiamo trovare il Rabachen e la Cagnera, uno con capello cilindrico caratteristico, un paltò pesante a coda di rondine in panno rosso, pantaloni neri, camicia bianca con collo ad ampi becchi, fascia ai fianchi con i colori bianco e rosso, scarpe nere a punta larga, una barba e baffi mentre l’altra con una veletta che gli copre il viso, camicetta bianca con ampio bavero, corpetto di velluto nero, guanti bianchi, scarpe nere ed un cappellino azzurro adornato di fiori. Con sé porta solitamente una borsetta e un cestino di paglia con fiori. I due partecipano al carnevale in un carro chiamato “Carro di luna”.

 

Maschera Italiana :Vulon | Toluna A Fano si può incontrare il Vulon, che ha l’aspetto di un uomo con un cilindro, il monocolo, i baffoni, il pizzetto, una mantellina corta, i calzoni, la calzamaglia, uno stivale con sperone e un gambale di bronzo, nonché uno spadone un mandolino in mano, questa maschera rappresenta le persone con un complesso di superiorità.

 

Carnevale in Ascoli Piceno - Eventi Culturali Magazine

Lu Sfrigne è la maschera del carnevale di Ascoli Piceno, che ha l’aspetto di un povero, vestito di stracci, che porta con sé un ombrello e dona allegria a tutti i partecipanti del Carnevale, con una personalità allegra e festosa.

 

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie