sabato, Giugno 15, 2024

Liceali in Senato per un giorno
«Ecco la nostra proposta
per le biblioteche carcerarie»

RECANATI - Il ddl della 5A del Liceo classico Leopardi ha vinto il concorso nazionale

un-giorno-in-senato-3-300x174
Incontro “un giorno in Senato”

Una grandissima soddisfazione per la 5A del liceo classico Leopardi di Recanati, una delle classi vincitrici del concorso nazionale “Un giorno in Senato” per l’anno scolastico 2019-2020, un concorso che il Senato della Repubblica organizza dal 2005, con lo scopo di far comprendere agli studenti e alle studentesse i meccanismi del procedimento legislativo nelle sue diverse fasi.

disegno-di-legge-norme-carcerarie
Ddl della classe vincitrice

Il disegno di legge, molto apprezzato e che ha portato la classe alla vittoria, ha  come oggetto le norme in materia di biblioteche carcerarie. Non sono mancati i complimenti da parte del senatore Giorgio Fede del Movimento 5 Stelle che ha partecipato all’incontro che si è svolto ieri con gli studenti e con le studentesse, insieme al prof Caporalini e al dirigente prof Claudio Bernacchia.

«E stato un confronto molto proficuo e ricchissimo di spunti», commenta Fede, «gli studenti per il concorso hanno preparato un Ddl dal titolo “Norme in materia di biblioteche carcerarie”, un lavoro di qualità, che ha riscosso grande apprezzamento dalla commissione esaminatrice, in cui i ragazzi hanno tradotto in un disegno di legge e proposte concrete, concetti come l’esercizio del diritto alla cultura e al lavoro, che considerano un fattore essenziale alla realizzazione del percorso rieducativo dei detenuti».
un-giorno-in-senato-2-300x258
Incontro “un giorno in Senato”
L’incontro è stato un momento di riflessione profonda per i ragazzi e le ragazze, come dice lo stesso senatore: «È stato un confronto vivace e  stimolante, in un importante momento di contatto fra i giovani e le istituzioni che impreziosisce il ruolo e l’esperienza da senatore, permettendo di ricevere direttamente suggerimenti e punti di vista di quelli che sono i più importanti destinatari della nostra attività legislativa, e cioè i ragazzi che costituiscono il futuro del nostro Paese».

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie