domenica, Giugno 16, 2024

“Notte del Classico”:
il “Da Vinci” racconta la resilienza

CIVITANOVA - Gli studenti e le studentesse hanno animato gli spazi dell'istituto dalle 18 a mezzanotte. Molte le performance che si sono susseguite, all'insegna del motto latino "Per aspera, ad astra", titolo dell’evento il cui filo conduttore è stato il concetto di resilienza

notte-del-classico-da-vinci-civitanova-3-1024x682
La professoressa Maria Grazia Baiocco

Hanno incantato il pubblico i liceali di Civitanova, che in occasione della “Notte Nazionale del Classico” hanno animato, dalle 18 a mezzanotte, gli spazi dell’istituto “Leonardo da Vinci”. Molte le performance che si sono susseguite nei vari spazi della scuola, affollati fino alla fine della serata. All’insegna del motto latino “Per aspera, ad astra”, titolo dell’evento che ha visto come filo conduttore il concetto di resilienza, gli studenti e le studentesse hanno proposto drammatizzazioni di miti classici, monologhi, esibizioni musicali, coreografie di ginnastica artistica e ritmica, interviste impossibili a personaggi del mondo della letteratura e dello spettacolo, un debate ispirato al film “Il diritto di contare”, conversazioni con autrici di poesie e di racconti, reading e la messa in scena di un simposio romano, ma anche argute parodie di autori della letteratura classica.

notte-del-classico-da-vinci-civitanova-6-768x1024

Di grande impatto il trailer teatrale dell’Antigone di Sofocle, lo spettacolo che i liceali hanno realizzato lo scorso anno nell’ambito del progetto di potenziamento dedicato al teatro. Per l’occasione è salito sul palcoscenico, nei panni di Creonte, anche il regista Luigi Moretti, che collabora da anni con i licei di Civitanova. Accanto ai momenti di spettacolo, l’auditorium del “Da Vinci”, uno degli oltre 430 licei classici di tutta Italia che hanno aderito all’evento, ha ospitato gli interventi del rettore dell’università di Camerino Claudio Pettinari, che ha raccontato la ripartenza dell’ateneo dopo il terremoto, dello storico dell’arte Stefano Papetti, dei musei civici di Ascoli Piceno, che ha parlato di resilienza in riferimento alle vicende biografiche di diversi artisti, e di Daniele Regolo, fondatore
di Jobmetoo, che si è soffermato in particolare sul rapporto tra resilienza e resistenza in tema di disabilità e non solo.

notte-del-classico-da-vinci-civitanova-5-1024x768

Regista dell’evento, la professoressa Maria Grazia Baiocco, coordinatrice dell’indirizzo classico dei licei “Leonardo da Vinci”, che ha illustrato alcuni dei progetti che coinvolgono gli studenti e le studentesse. Presente per l’occasione anche la dirigente dell’ufficio scolastico provinciale Carla Sagretti. Ideata e coordinata a livello nazionale dal professor Rocco Schembra del liceo “Gulli e Pennisi” di Acrireale, la “Notte nazionale del Classico”, giunta alla sesta edizione, è sostenuta dal Miur e si avvale del partenariato di Rai Cultura e Rai Scuola.

notte-del-classico-da-vinci-civitanova-1-768x1024

notte-del-classico-da-vinci-civitanova-4-682x1024

notte-del-classico-da-vinci-civitanova-2-1024x682

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie