domenica, Luglio 14, 2024

«Il cibo è cultura»

RECANATI - L'Istituto di istruzione superiore "E. Mattei" ha ospitato Massimo Montanari, docente di Storia dell'alimentazione all'università di Bologna

cibo-e-cultura-lectio-magistralis-istituto-mattei-recanati-2-1024x768
Massimo Montanari, docente di Storia dell’alimentazione all’università di Bologna, insieme al dirigente scolastico Giovanni Giri

L’Istituto di Istruzione Superiore “E. Mattei” di Recanati ha ospitato, nei giorni scorsi, la lectio magistralis “Cibo e cultura” di Massimo Montanari, docente di Storia dell’alimentazione all’università di Bologna. I destinatari sono stati gli alunni e le alunne delle classi terze. 

cibo-e-cultura-lectio-magistralis-istituto-mattei-recanati-3-1024x768

Ha introdotto l’incontro il dirigente scolastico Giovanni Giri, che ha ricordato come le migrazioni barbariche siano state il risultato di una ricerca di cibo. La storia si occupa anche di alimentazione, perché ha una natura interdisciplinare, o meglio multidisciplinare. Montanari, invece, ha affermato che quando si parla di cibo si può parlare di tutto, ossia di politica, di religione, di arte, di economia e di filosofia e ha fatto una panoramica sul mangiare e sulla condivisione, attingendo dalle sue pubblicazioni in ambito medioevale. La consapevolezza di quello che si fa, di quello che si mangia è importante, perché bisogna attribuire il giusto significato alla parola “cultura”, perché non è solo qualcosa di astratto, ma comprende anche le tecniche che nascono in rapporto al sapere. La parola cibo è importante e rimanda a ciò che si mangia e che diventa parte di noi, ci coinvolge nel nostro essere. Sull’oggetto cibo si riversano pensieri come la condivisione, lo stare insieme e l’appartenere ad un gruppo. Spesso si pongono ad uno storico delle domande inesatte, ossia come si mangiava, come si può riprodurre una cucina medioevale e molte altre. Le risposte devono tenere presente che i sapori sono cambiati e che dipende dalle persone protagoniste del periodo. Al termine, i ragazzi e le ragazze hanno posto delle domande riguardanti il rapporto tra globalizzazione e cibo.

cibo-e-cultura-lectio-magistralis-istituto-mattei-recanati-1-768x1024

L’incontro è stato realizzato grazie alla collaborazione di Fabio Belloni, agente di Editori Laterza, che lo
scorso anno ha dato la possibilità alla scuola di incontrare un altro storico importante, Giovanni Sabbatucci.
Il dirigente Giovanni Giri, appassionato di storia, ha dato appuntamento al prossimo anno scolastico, per un nuovo incontro con la storia raccontata da esperti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie