venerdì, Maggio 24, 2024

“Mago per svago” al Lauro Rossi:
è “Finalmente domenica!”

MACERATA - Il 29 dicembre alle 17 prende il via la rassegna di teatro ragazzi e ragazze per tutta la famiglia: in scena uno spettacolo di e con Mirco Bruzzesi e Simon Luca Barboni per la regia di Lorenzo Bastianelli

 

MAGO-PER-SVAGO

 

Con “Mago per svago” prende il via “Finalmente domenica!” l’appuntamento con il teatro ragazzi e ragazze per tutta la famiglia promosso dall’assessorato alla Cultura del Comune di Macerata con l’Amat. Il 29 dicembre alle 17 al teatro Lauro Rossi in scena uno spettacolo di e con Mirco Bruzzesi e Simon Luca Barboni per la regia di Lorenzo Bastianelli. Si tratta del racconto di un mago e del suo spettacolo, ma soprattutto, ci mostra i sogni incompiuti del suo assistente, che fin dall’infanzia sogna di “far ridere le persone”. Il classico spettacolo di magia viene così riproposto in una forma inedita, dove il numero tecnico lascia spazio al racconto di una storia delicata. L’assistente e il suo ricalcare il “grande mago”, gli imprevisti, gli errori, fino ad un epilogo che ribalta l’intera scena e commuove lo spettatore. Lo spettacolo rende possibili diversi livelli di lettura comunicando efficacemente al bambino grazie all’assenza di testi recitati e alla mimica claunesca dei protagonisti, ma ottiene anche il favore degli adulti, per gli esercizi di tecnica circense e il livello delle magie proposte. “Per Finalmente domenica!” i biglietti – 8 euro intero, 5 euro ridotto da 4 fino a 14 anni – possono essere acquistati alla Biglietteria dei Teatri (0733230735) aperta dal lunedì al sabato dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 19,30. La biglietteria del teatro Lauro Rossi (0733256306) è invece aperta la domenica di spettacolo dalle 15,30. Informazioni alla Biglietteria dei Teatri di Macerata (0733230735), all’Amat (0712072439) e al call center dello spettacolo delle Marche (0712133600), www.comune.macerata.it .

Marco Cencioni
Marco Cencioni
è il nostro eroe dello sport. Appassionato di calcio, tocco sopraffino, difensore roccioso fuori e dentro il campo. Sulle sue spalle, sopra il numero 4 campeggia il nick name “Ceng”. Ha lo spirito dell’allenatore. Per lui ogni partita si gioca fino al fischio finale, non si arrende mai. Gira il mondo e la provincia per scovare i giovani campioni che diventeranno gli atleti del futuro.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie