venerdì, Maggio 24, 2024

Campionato Italiano motocross,
gli Junior danno spettacolo
al crossodromo di Esanatoglia

DUE RUOTE - Tutti i risultati della tappa nazionale che si è svolta al "Gina Libani Repetti", grandi protagonisti i ragazzi Under 17

 

esanatoglia_podio
Il podio di Esanatoglia

 

Ancora una volta e come da tradizione, per Esanatoglia e il crossodromo Gina Libani Repetti, si sono accese le luci della ribalta del motocross nazionale. Sul famigerato circuito, che in passato ha ospitato cinque prove di campionato del mondo e innumerevoli “finali” della Coppa Mille Dollari, si sono dati battaglia i ragazzi “under 17” provenienti da tutta Italia per l’assegnazione dei punteggi validi per la vittoria del campionato italiano.

esanatoglia_gare1-300x212Lo staff del locale Moto Club, sotto l’egida della Federazione Motociclistica Italiana, ha portato a termine una gara impeccabile sotto ogni aspetto organizzativo, meritando i complimenti da parte dei tecnici presenti che hanno sottolineato l’ottimo lavoro svolto dallo staff presieduto da Paolo Procaccini. Dopo le fasi di qualificazione del sabato pomeriggio, durante le quali i piloti si sono sfidati per guadagnare la migliore posizione in griglia di partenza, nella giornata di domenica si sono svolte le due manche riservate a ogni categoria. Manche che sono iniziate dopo i consueti warm up del mattino e che hanno visto protagonisti, nell’ordine, i ragazzi delle classi 125, 85 senior, 85 junior e 65 cadetti. Due le frazioni di gara riservate a ogni singola classe che si sono svolte regolarmente, nel rispetto del serrato “time table” ufficiale ma soprattutto prive di ogni incidente, particolare degno di nota.

esanatoglia_gare2-300x212Al termine delle due prove, per la classe 125, è stato Federico Tuani (Husqvarna – Maddii Racing) ad aggiudicarsi il gradino più alto del podio conquistato con il primo e il secondo posto delle due manche. Secondo di giornata Gaetano Cassibba (Husqvarna – Maddii Racing), secondo in gara 1 e sesto in gara 2. Alle sue spalle e sul terzo gradino del podio, Andrea Bonacorsi (Ktm – Celestini) autore di una prima manche da dimenticare (trentunesimo al traguardo) ma protagonista di una eccezionale rimonta che gli ha permesso di conquistare la vittoria in gara 2 con un sorpasso su Tuani, nel corso dell’ultimo giro. In campionato, la tabella rossa di leader è ancora nelle mani di Andrea Roncoli (Husqvarna/O-Ragno 114/Torino Moto) che guida la classifica con 512 punti. Nella classe 85 senior, ancora una prestazione perfetta per il campione del mondo in carica, Valerio Lata (Ktm-Tuscia Racing) che con due primi posti nelle manche ha conquistato la vittoria assoluta seguito sul podio da Alberto Elgari (Ktm-Crostolo) e da uno sfortunato Ferruccio Zanchi (Husqvarna-Motorstore R.T.) costretto al ritiro per noie meccaniche all’ultimo giro della seconda manche. In campionato, Lata guida la classifica a punteggio pieno (480 punti). Classe 85 junior invece, a vantaggio di Simone Mancini (Ktm-Pardi) che ha conquistato due successi di manche seguito sul secondo gradino del podio da Mattia Barbieri (Ktm-Berbenno) e da Alberto Sanna (Husqvarna/O-Ragno 114/Torino Moto). Nella classifica generale, Mancini è al comando con 440 punti. Ultima classe in pista, a chiusura di un serrato programma, la 65 cadetti. Vincitore di giornata è stato Paolo Martorano (Ktm-Gaerne) che si è aggiudicato la vittoria in entrambe le manche. Secondo sul podio, Filippo Mantovani (Ktm-Pellicorse) seguito da Edoardo Martinelli (Husqvarna-Wds). Dopo la seconda finale di Esanatoglia, la tabella rossa di leader è passata nelle mani di Martorano che guida il campionato con 460 punti. A chiusura della manifestazione ci sono stati i doverosi ringraziamenti del vice sindaco di Esanatoglia, Debora Brugnola, che ha pubblicamente elogiato l’operato di tutto lo staff organizzativo. Con la gara di campionato italiano junior, la stagione agonistica del Moto Club Esanatoglia si è chiusa nel migliore dei modi e ora non resta che aspettare il prossimo anno.

Marco Cencioni
Marco Cencioni
è il nostro eroe dello sport. Appassionato di calcio, tocco sopraffino, difensore roccioso fuori e dentro il campo. Sulle sue spalle, sopra il numero 4 campeggia il nick name “Ceng”. Ha lo spirito dell’allenatore. Per lui ogni partita si gioca fino al fischio finale, non si arrende mai. Gira il mondo e la provincia per scovare i giovani campioni che diventeranno gli atleti del futuro.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie