lunedì, Maggio 27, 2024

Tre giorni di Magicabula:
Colmurano città dell’infanzia

FESTIVAL - Dal 6 all’8 settembre nel borgo spettacoli, laboratori, giochi e incontri per bambine e bambini. Tema della 23esima edizione: i 10 diritti naturali proposti da Zavalloni nella "Pedagogia della lumaca"

MAGICABULA4-1024x680

E’ ispirata ai 10 diritti naturali dei bambini la 23esima edizione di Magicabula, l’evento che come da tradizione, trasforma il borgo di Colmurano nel paese dei bambini e delle bambine. Tre giorni ricchi di eventi in programma: dal 6 all’8 settembre il centro marchigiano si trasforma e accoglie i bambini e le loro famiglie con incontri, laboratori, giochi. Senza tralasciare il ludobus, i gonfiabili e il trenino che girerà nelle vie del paese. «La manifestazione organizzata dal Comune in collaborazione con le associazioni locali e tanti volontari, ogni anno ha sorpreso i numerosi visitatori con emozioni sempre nuove e atmosfere indimenticabili – spiega il sindaco Mirko Mari-. L’amministrazione comunale ritiene fondamentale riflettere su tematiche inerenti il mondo infantile, tanto che Magicabula è sì gioco, divertimento, creatività, ma soprattutto riflessione e azione sulle principali emergenze educative».

MAGICABULA-2-300x199Un viaggio fantastico per divertirsi in un luogo che per l’occasione diventa a misura di bimbe e bimbi, un centro dove i sogni diventano magicamente realtà. Magicabula ha anche momenti dedicati a incontri e dibattiti per le famiglie su temi importanti. «Quest’anno Magicabula ha scelto come filo conduttore delle sue numerose attività ludico-formative i dieci diritti naturali dei bambini proposti da Zavalloni nella pedagogia della lumaca – spiega l’assessora Lara Migliorelli -. Tempi di vita più distesi, contatto e rispetto della natura, utilizzo dei cinque sensi per conoscere se stessi e l’altro, oggi rappresentano condizioni imprescindibili per una vita più sana e significativa».

MAGICABULA-3-300x157Si parte venerdì sera, alle 21, con un incontro di formazione per genitori ed educatori intitolato “Il diritto all’ozio e i suoi rovesci: bambine, bambini e il rispetto dei tempi di vita”. Sarà presente la professoressa Paola Nicolini ed è prevista la partecipazione di Federica Di Luca e Monika Delmanovic del Centro comunità Giovanni Paolo II.
Sabato 7 settembre si parte alle 15 con gonfiabili, trenino, percorso avventura, ludobus e pesca di beneficenza per poi passare ai tanti incontri e laboratori in programma. Alle 20 è prevista la cena e alle 21.15 lo spettacolo teatrale “L’isola che non c’è” con Asd in punta di piedi Danza e musical al palazzetto dello sport.
Domenica 8 settembre si parte invece alle 9,30 con una passeggiata e visita delle fonti, alle 11,15 è in programma la messa e alle 12,30 il momento del pranzo. Si continua nel pomeriggio, alle 15 con le attività pensate per i bambini, bambine e le famiglie. Alle 18,30 è prevista una chiusura a sorpresa della manifestazione.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie