mercoledì, Luglio 24, 2024

Tutti in aula nella nuova De Magistris,
il sindaco saluta alunne e alunni

CALDAROLA - Dopo la festa di sabato gioia per bambini e ragazzi che hanno lasciato i container e sono entrati nella nuova struttura

 

sindaco-caldarola-visita-nuova-scuola-1-1024x576

Dopo la festa di sabato scorso tutti in aula a Caldarola nella nuova scuola e il sindaco Luca Maria Giuseppetti ha salutato gli alunni e le alunne della  De Magistris:  «Emozionante vedere la gioia negli occhi dei giovani del territorio terremotato. In tutti è stato unanime il sentimento di gratitudine verso quanti hanno permesso di rientrare in una vera struttura dopo aver trascorso più di due anni nei container». 

sindaco-caldarola-visita-nuova-scuola-2-300x169Anche le stesse maestre, soprattutto dei bambini della materna, si sono stupite di una reazione così positiva nei più piccoli e nelle più piccole, sempre così sensibili ad ogni cambiamento. Il sindaco Giuseppetti ha chiesto in ogni classe di segnalare tutte le necessità e le cose da migliorare anche se, come affermato da quasi tutti i bambini e le bambine, la nuova scuola è praticamente perfetta.

Addirittura un giovane studente ha detto con gioia che fino a giugno si sveglierà ogni mattina contento di andare nella sua nuova classe.  Una sola voce fuori da coro, ovviamente ironica, alla domanda del sindaco “cosa manca, cosa vorreste in più?” un bambino di una classe della primaria ha affermato che vorrebbe una sala giochi. Il tono ilare e rilassato della classe ha rallegrato ancora di più il clima sereno che si respirava nella nuova struttura, così colorata e luminosa. In realtà una zona relax è già esistente, con tanto di tavolino da ping pong, mancano le racchette e le palline ma l’amministrazione comunale sta già provvedendo.

sindaco-caldarola-visita-nuova-scuola-3-1024x498

sindaco-caldarola-visita-nuova-scuola-4-1024x498

Marco Cencioni
Marco Cencioni
è il nostro eroe dello sport. Appassionato di calcio, tocco sopraffino, difensore roccioso fuori e dentro il campo. Sulle sue spalle, sopra il numero 4 campeggia il nick name “Ceng”. Ha lo spirito dell’allenatore. Per lui ogni partita si gioca fino al fischio finale, non si arrende mai. Gira il mondo e la provincia per scovare i giovani campioni che diventeranno gli atleti del futuro.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie