domenica, Maggio 19, 2024

A spasso per Visso e Castelsantangelo
come prima del terremoto
con un plastico multimediale

#FUTURAMACERATA - “Ricordare il passato per costruire il futuro” è il progetto che ha vinto il civic Hack della manifestazione promossa dal Miur e gareggerà con gli altri a FuturaItalia. Tra le idee proposte costruzione di case con stampanti 3D utilizzando le macerie dei vecchi edifici, chip di localizzazione sotto pelle per ottimizzare i tempi di recupero dei dispersi e dronii per facilitare le comunicazioni con le zone isolate in caso di emergenza

futura_macerata_premiazioni-7-1024x768
La giuria con il team dei vincitori

di Leonardo Piergentili

Si è conclusa ieri la tappa Maceratese di Futura Italia, a suon di idee da parte degli otto finalisti dell’iniziativa. Lo slogan dei vincitori “Ricordare il passato per costruire il futuro”.
FuturaMacerata è terminata con un incontro al Teatro Lauro Rossi, in cui è stato decretato il team vincitore tra gli otto finalisti, ed il passaggio del testimone alla città di Rapallo, prossima tappa dell’iniziativa promossa dal Miur.

futura_macerata_premiazioni-6-1024x768
Premiazione dell’orienteering

Ripartire si può e si deve. Questa l’atmosfera respirata attraverso le idee ed i programmi dei giovani Maceratesi. “Salvis”, “Eos”, “La terra sotto i piedi”, “Exagon Center, Culturar Center”, “Droni in comunicazione”, “The Green House”, “Fantascienza? No, innovazione”; sono questi i titoli dei progetti arrivati in finale con lo scopo di rilanciare il territorio marchigiano, a distanza di due anni dal sisma, e migliorare nell’atto pratico emergenze di questo tipo, attraverso innovazioni digitali e tecnologiche.
Nel corso dell’incontro, gli otto team hanno presentato i loro progetti che spaziano dalla costruzione di case di 60 metri quadri  con stampanti 3D utilizzando le macerie dei vecchi edifici, all’impiantare chip di localizzazione sotto pelle in modo da ottimizzare i tempi di recupero dei dispersi, fino ad arrivare a progetti di droni utili a facilitare le comunicazioni con le zone isolate in caso di emergenza. Insomma, le idee non sono mancate.

futura_macerata_premiazioni-8-1024x768
Il passaggio del testimone tra Macerata e Rapallo

Il team risultato vincitore, che rappresenterà la nostra regione a FuturaItalia è stato il Culturar Center, guidato dalla studentessa del Liceo Artistico G. Cantalamessa di Macerata, Alessandra Padovano, con l’idea di creare un plastico multimediale delle città, o più in particolare delle chiese, delle vie, dei posti più caratteristici dei diversi territori distrutti dal sisma. In questo modo anche i più piccoli, attraverso l’utilizzo di un’app e apparecchi di realtà aumentata come visori o VR, potranno camminare per le vie di Visso o Castelsantangelo sul Nera. Attraverso l’aiuto dei comuni, degli enti pubblici e privati, si potranno ricostruire le città colpite dal sisma il più fedelmente possibile. “Ricordare il passato per costruire il futuro”, questo il loro motto.

futura_macerata_premiazioni-4-1024x768
Prima di conoscere il nome della squadra vincitrice, però, il pubblico ha assistito alla premiazione delle studentesse scelte per l’iniziativa proposta dal Laboratorio Stem, coordinato dalla professoressa Barbara Re, con il loro progetto Smart Park, che consiste nel creare un parco ecosostenibile ed autosufficiente, attraverso l’utilizzo di piastrelle a pressione che possono convertire la pressione di semplici passi in energia elettrica da poter essere utilizzata per l’illuminazione del parco.
Con l’occasione sono stati anche consegnati i premi ai ragazzi, alle ragazze ed i professori protagonisti dell’orienteering digitale e tra una premiazione e l’altra si è assistito all’esecuzione, con violino e tastiera, di quattro brani da parte di due studenti del Liceo Classico G. Leopardi.

futura_macerata_premiazioni-5-1024x768

A concludere l’incontro il discorso della dirigente del Liceo Classico G. Leopardi, Annamaria Marcantonelli, che si è dichiarata contenta dell’ampia partecipazione degli studenti e dell’importante disponibilità mostrata dai professori. Al suo fianco, sul palco, il professor Castiglioni, preside dell’Ite Gentili che ha confermato le parole della sua collega.
Molti i professori coinvolti nell’organizzazione dell’evento, saliti sul palco per prendersi l’applauso finale e per ufficializzare il passaggio del testimone da Macerata a Rapallo.

futura_macerata_premiazioni-2-1024x768

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie