lunedì, Luglio 15, 2024

Vendono piante grasse a scuola
e raccolgono fondi per gli ospedali siriani

ALTRUISMO INTELLIGENTE - Studenti e studentesse dell'istituto Bonifazi hanno raccolto l'appello dell'Associazione volontari servizio internazionale. Il professore: «Nelle scuole italiane non ci sono solo ragazzi pronti a filmare le bravate dei compagni e avere il loro quarto d’ora di celebrità sul web»

il-bonifazi-per-la-siria
La vendita di piantine grasse per la Siria

«Nelle scuole italiane non ci sono solo ragazzi pronti a filmare le bravate dei compagni e avere il loro quarto d’ora di celebrità sul web. C’è anche chi impiega il proprio tempo, magari fuori dall’orario scolastico, per far del bene agli altri». Lo fa notare Domenico Bartolini, professore all’istituto Bonifazi di Civitanova che racconta cosa stanno facendo i suoi studenti e le sue studentesse. «Raccogliendo l’appello di Avsi (Associazione Volontari Servizio Internazionale), hanno deciso di aiutare alcuni ospedali nella martoriata terra di Siria. In occasione dei colloqui fra docenti e famiglie, incoraggiati dal dirigente scolastico Claudio Bernacchia, hanno dato vita ad una raccolta di fondi per sostenere l’Ospedale Italiano e l’Ospedale Francese a Damasco e l’Ospedale St. Louis ad Aleppo. Hanno offerto delle composizioni di piantine grasse all’ingresso della scuola, spiegando i motivi del loro invito».
Sulla situazione siriana, i ragazzi e le ragazze del “Bonifazi” non sono digiuni di informazioni. Lo scorso dicembre, sempre a scuola, avevano incontrato Jihan Rahal, libanese di nascita ma vissuta in Italia per 30 anni, che dal 2014, per conto di Avsi, lavora all’interno del campo di profughi siriani Marj el Khokh, al confine fra Siria e Israele.

 

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie