domenica, Maggio 19, 2024

Trofeo “Tre piste”,
in 400 a Civitanova

PATTINAGGIO - I partecipanti si sono sfidati nell'area ex Micheletti. Soddisfazione per la Roller del presidente Roberto Cavalieri, società organizzatrice dell'evento

pattinaggio-tre-piste-civitanova-2-300x201

In oltre quattrocento a Civitanova per l’ultima tappa del Trofeo “Tre Piste”, competizione che da cinque anni premia gli atleti da tutta Italia e non solo. Dopo aver gareggiato a Martinsicuro e a San Benedetto del Tronto, i partecipanti si sono sfidati all’area ex Micheletti. In concomitanza con il trofeo “Tre Piste” anche il ventennale del Trofeo “Città di Civitanova” e il Memorial Andrea Campitelli. “C’è un’enorme soddisfazione nel vedere tutti questi atleti – dichiara il presidente della Roller Civitanova, società organizzatrice della tappa, Roberto Cavalieri – alcuni dei quali provenienti dalla Repubblica Ceca e dall’America. Un appuntamento fisso che ogni anno porta a Civitanova atleti e famiglie per una competizione che facilmente si trasforma in un’occasione di aggregazione e divertimento”. Una lunga tradizione quella civitanovese, che negli anni ha prodotto atleti di ottimo livello: ultima in ordine cronologico Giulia Presti, campionessa in carica del titolo italiano in tre specialità. “L’attività agonistica ci riempie di soddisfazioni- continua il presidente Roberto Cavalieri- ma non è l’unica proposta: abbiamo attività pre-agonistiche per i bambini e corsi di Freestyle per tutti quelli che non vogliono competere ma che non vogliono rinunciare alla spettacolarità di questo sport”. E in occasione della grande festa un pensiero ad Andrea Campitelli, atleta della Roller Civitanova scomparso in un tragico incidente, che ogni anno viene ricordato con commozione e affetto da tutti i suoi compagni di società.

Marco Cencioni
Marco Cencioni
è il nostro eroe dello sport. Appassionato di calcio, tocco sopraffino, difensore roccioso fuori e dentro il campo. Sulle sue spalle, sopra il numero 4 campeggia il nick name “Ceng”. Ha lo spirito dell’allenatore. Per lui ogni partita si gioca fino al fischio finale, non si arrende mai. Gira il mondo e la provincia per scovare i giovani campioni che diventeranno gli atleti del futuro.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie