domenica, Giugno 16, 2024

Dal Saharawi a Macerata,
9 bambini ambasciatori
del loro popolo esiliato

SOLIDARIETA' - I piccoli provenienti dal paese africano vengono ogni anno in Italia per ricevere cure mediche. Oggi alcuni di loro hanno partecipato al Consiglio comunale, ricevendo anche in dono album da disegno e colori

sarawi-1-300x200

di Federica Nardi

Mata è un bambino del Saharawi che oggi ha fatto il suo ingresso nel Consiglio comunale di Macerata camminando tra gli applausi di tutti. I presenti erano felici perché il piccolo prima non poteva camminare a causa di una malattia, incurabile nel suo paese d’origine, ma che i medici italiani sono riusciti invece a risolvere. Come lui anche i suoi compagni di viaggio, che ogni anno vengono ospiti a Grottammare e anche a Macerata per testimoniare che l’aiuto che ricevono tramite l’associazione Rio De Oro ha radicalmente cambiato la loro vita. “Loro sono il vostro ringraziamento più grande – ha detto Rossana Berini, responsabile dell’associazione insieme a Barbara Vittori -. Tutti questi bambini vivono un’esperienza di gioia. Alcuni di loro possono tornare a camminare ed essere autonomi”. I bambini e le bambine del Saharawi vivono una situazione molto difficile nel loro paese d’origine. Il loro popolo è costretto all’esilio da 40 anni nella parte più inospitale del deserto del Sahara, nel sud ovest dell’Algeria. A spiegarlo il presidente del Consiglio comunale Luciano Pantanetti: “Il popolo Saharawi rivendica l’indipendenza dal 1975, quando il Marocco gli ha sottratto il territorio. A questi bambini privati del diritto ad un’infanzia facile e serena a causa della violenza e dello strapotere dei più forti e di logiche utilitaristiche e di dominio, va il nostro grande abbraccio e l’augurio per un futuro migliore”. I bambini che oggi hanno assistito al Consiglio comunale sono 9 ma in totale a Grottammare ne sono ospitati 20. Il comune di Macerata ha sottoscritto un patto di amicizia con questa comunità nel 2001. I piccoli ospiti hanno donato al sindaco Romano Carancini una fotografia che li ritrae tutti insieme confezionata con tanti disegni colorati mentre per l’occasione la presidente del Consiglio della donne, Ninfa Contigiani, che ha promosso una piccola raccolta fondi, ha donato a Chaya, una ragazzina che ha il sogno di diventare fumettista, e agli altri bambini materiale per disegnare e colorare.
sarawi-2-1024x682

 

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie