sabato, Giugno 22, 2024

Saggi finali per l’istituto Biondi:
“Pensare al palazzo della Musica
lesionato dal sisma ci fa soffrire”

Prove di fine anno per gli allievi dell'istituto musicale di Camerino che a ottobre ha perso la sede a causa del terremoto. Il direttore Vincenzo Correnti: "Tantissime le testimonianze di affetto che ci stanno arrivando"

istituto-biondi-4-650x488
Saggi finali all’istituto Biondi di Camerino

 

istituto-biondi-2-325x244

 

Una settimana di saggi finali con protagonisti gli allievi dell’istituto musicale Nelio Biondi di Camerino. Voluti fortemente da tutti i docenti anche per questo anno particolarmente difficile, costituiscono un momento formativo per gli allievi che hanno avuto la possibilità di esibirsi di fronte ad un pubblico di amici e parenti dando prova del proprio studio e passione. Si sono svolti nel piccolo atrio dell’Ipsia Ercoli di Camerino che ha ospitato le attività didattiche dell’sitituto musicale Nelio Biondi e ha visto ogni appuntamento un numerosissimo pubblico. Come ha detto lo stesso direttore Vincenzo Correnti, sempre presente durante i saggi, “forti sono state le emozioni che tutti gli allievi hanno trasmesso attraverso i loro strumenti. Pensare che poco distante c’è il Palazzo della Musica, sede fino al 26 di ottobre dell’istituto musicale gravemente lesionato e con ancora gran parte dei mobili, archivio e biblioteca all’interno ci fa soffrire non poco. Sono tantissime le testimonianze di affetto che stanno arrivando a dimostrazione che in molti anni di lavoro l’istituto musicale con le sue proposte didattiche e formative ha saputo farsi conoscere a livello nazionale e non solo”.

saggio-istituto-biondi-1-650x488

saggio-fine-anno-istituto-biondi

istituto-biondi

istituto-biondi-5-650x488

istituto-biondi-3-650x488

 

 

Claudio Ricci
Claudio Ricci
vive sempre sul pezzo. Armato di microfono corre da tutte le parti per raccogliere interviste. Parla con tutti i politici per scoprire cosa c’è che non va. E’ l’uomo tra la gente e carpisce ogni segreto, lo chiamano “Fox” perché è astuto come una volpe. La sua filosofia è che ascoltando le persone si imparano molte cose.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie