sabato, Luglio 20, 2024

La recita è nel linguaggio dei segni:
Sofia piccola guida oltre le barriere

MACERATA – Uno spettacolo di fine anno scolastico all’insegna dell’inclusione per trasformare la diversità in un valore aggiunto per tutti

scuola_cardarelli_lis-3-300x169
I piccoli recitano in Lis

 

I bambini e le bambine della scuola dell’infanzia “Via Cardarelli” di Macerata hanno messo in scena, il 9 giugno a Villa Cozza, “ Un paese bellissimo”, uno spettacolo che ha reso tutti uguali nelle diversità.
L’idea infatti è nata grazie a Sofia, una bambina di 5 anni con sordità profonda bilaterale e problemi di vista che si divertiva a insegnare ai propri compagni e compagne di scuola come comunicare con lei attraverso il linguaggio dei segni (Lis). Per questo è stato deciso di fare uno spettacolo in cui è stata eseguita “La canzone dell’Estate”, producendo con le sole mani un ritmo ed un’armonia che hanno sostituito la voce e il suono. Gli insegnanti hanno voluto far capire l’importanza della comunicazione, per promuovere una didattica inclusiva.

scuola_cardarelli_lis-1-300x225

 

 

Il titolo della recita sottolinea la centralità del territorio maceratese, oggetto di ripetute visite scolastiche da parte degli alunni e alunne dell’istituto, che hanno riportato tutte le cose apprese sul proprio paese su dei cartelloni. E’ stato scelto di mettere in scena lo spettacolo proprio a Villa Cozza per far incontrare i bambini e le bambine con gli anziani del luogo così da creare un vero e proprio incontro generazionale, funzionale anch’esso, come le piccole escursioni fatte in città, ad educare questi piccoli maceratesi alla cittadinanza.

scuola_cardarelli_lis-2-300x225

 

Ad aiutare Sofia e tutti i suoi compagni, l’insegnante di sostegno Lucia Castelli e l’assistente alla comunicazione Antonietta D’Errico.

Articolo scritto da Serena Bruzzesi, Camilla Gallo, Aurora Carancini, Federica Alesi, Matteo Polimanti e Leonardo Piergentili nell’ambito del progetto di Alternanza scuola Lavoro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie