giovedì, Giugno 20, 2024

“Noi ambasciatrici delle Nazioni Unite
in nome di pace e giustizia”

SAN GINESIO - Letizia Giannini, Maria Serena Piccioni, Maria Fernanda Battaglioni, Oriana Santarelli e Giulia Pazzelli raccontano la loro esperienza a New York

san_ginesio_nazioni_unite_partecipanti
Le studentesse Letizia Giannini, Maria Serena Piccioni, Maria Fernanda Battaglioni, Oriana Santarelli e Giulia Pazzelli

 

Dai banchi del Liceo Alberico Gentili di San Ginesio direttamente alle Nazioni Unite a New York: a raccontare l’indimenticabile esperienza sono Letizia Giannini, Maria Serena Piccioni, Maria Fernanda Battaglioni, Oriana Santarelli e Giulia Pazzelli. 

«Noi studentesse dei Licei scientifico, linguistico e scienze umane di San Ginesio, insieme a un gruppo di studenti del Liceo Leopardi di Macerata, siamo volate a marzo a New York per il progetto “ National High School Model United Nation” .
Abbiamo avuto la possibilità di simulare il più grande dei processi diplomatici internazionali, l’Assemblea generale dell’Onu, insieme a ragazzi di ogni parte del mondo, potendo così confrontare le nostre idee, concludendo la nostra esperienza di diplomatici con la Closing Ceremony al palazzo di vetro dell’ Onu.
Inoltre abbiamo partecipato alla conferenza “UN: a message to young leaders” durante la quale abbiamo incontrato personalità di spicco della diplomazia internazionale.

san_ginesio_nazioni_unite
L’assemblea dell’Onu durante la simulazione

Oltre al lavoro nelle commissioni non sono mancate le passeggiate per New York: Time Square, Brooklyn Bridge, Empire State Building, Ellis Island, Central Park e Statue of Liberty.
Non sono mancate le visite ai musei come il MoMA, il Museo di Storia Naturale e il Metropolitan Museum of Art.
Di certo l’esperienza alle Nazioni Unite, molto ricca e produttiva dal punto di vista culturale e relazionale, ci ha offerto l’opportunità di riflettere sull’importanza di una base etica comune che consenta a tutti i cittadini del mondo di condividere i principi di democrazia, solidarietà, pace e giustizia. Ci ha anche aiutato a superare le problematiche connesse all’emergenza sisma che ha interessato il nostro territorio.
Ringraziamo la dirigente dell’Istituto Salvucci Luciana che ci ha permesso di partecipare a questo progetto».

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie