sabato, Giugno 22, 2024

“Caro papà, non piangere:
il terremoto non è colpa tua”

LA LETTERA - Nel giorno della festa del papà la piccola Sofia, che vive con la famiglia in albergo a causa del sisma, ha dedicato al genitore parole di conforto e speranza: "Dopo la tempesta torna sempre l'arcobaleno"

padre-figlia

Nel giorno della festa del papà la piccola Sofia di San Severino ha regalato al genitore una bellissima lettera piena di emozioni e di speranza. Sofia, come tanti altri bambini che vivevano nelle città colpite dal terremoto, si è dovuta trasferire con la sua famiglia a causa delle scosse che hanno danneggiato la sua casa. Ora vive in un albergo della costa, in attesa della ricostruzione, e a suo padre ha scritto queste parole:

“Caro papà tu sei un papà speciale, noi viviamo in un albergo, in una stanza. La sera torni dal lavoro e piangi come se il terremoto fosse colpa tua. Non è colpa di nessuno. Avremo di nuovo una casa. Dopo la tempesta torna sempre l’arcobaleno, la nostra casa ed il nostro amore saranno più forti di prima. Ti amo papà”. 

A leggerle in pubblico oggi durante la Partita del cuore che ha visto sfidarsi sul campo attori contro ex giocatori di calcio, è stato l’attore comico Antonio Lo Cascio.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie