martedì, Giugno 25, 2024

Un incontro fra generazioni:
studenti intervistano i nonni
e realizzano un libro a fumetti

SAN SEVERINO - L'iniziativa nell'ambito del progetto Spazio Giovani 2.0 dell’associazione Help Sos Salute E Famiglia Odv-Age

Immagine6

Si è svolta all’Ipsia “Don E. Pocognoni”, sede consociata “E. Rosa” di San Severino, un’attività del progetto Spazio Giovani 2.0 dell’associazione Help SOS Salute E Famiglia Odv – Age di San Severino.

Alla Casa di Riposo “Lazzarelli”, i ragazzi e le ragazze hanno intervistato i nonni e realizzato un libro a fumetti. «Un decreto dello Stato italiano riconosce oggi la valenza educativa di tali percorsi e gli studenti che si sono cimentati in questa esperienza hanno dimostrato curiosità ed interesse nei confronti dei racconti delle persone anziane che hanno conosciuto, le cui storie sono state rappresentate in classe nella forma narrativa del fumetto», si legge in una nota.

Immagine1

È nata così la storia di Mario, un ragazzo di campagna con il sogno di diventare meccanico: “Mario è un ragazzo di 14 anni che vive a Granali. È il 1940, suo padre è in guerra e il nonno è malato: sulle sue spalle ricadono tante responsabilità. Non ha una vita semplice: ma ha un sogno…”. Inizia così la storia di “Mario”, ispirato dai racconti degli anziani raccolti durante un incontro avvenuto questo inverno trascorso, presso la casa di riposo. Gli anziani hanno raccontato della guerra, delle difficoltà della loro gioventù, dei loro affetti passati…. Ed i ragazzi hanno tradotto queste parole in disegni di una vita semplice, essenziale, ma con un sogno…una speranza.E’ nato così “Il Sogno di Mario”.

Immagine2

«Un ringraziamento alla presidente della Casa di Riposo Teresa Traversa per aver accolto con tanta disponibilità, a tutto lo Staff e ai bellissimi ospiti, agli esperti Daniela Zepponi e Riccardo Messi, alle professoresse Adriana Amici e Roberta Tacchi – si legge in una nota firmata da Cristina Marcucci, presidente dell’associazione Help.

Immagine3

L’evento è inserito nel progetto “Spazio Giovani 2.0: insieme per crescere e progredire” dell’associazione capofila Help di San Severino, finanziato dalla Regione Marche e dal Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale, con il bando Interscambi del Ministero delle politiche giovanili. Il progetto è frutto di una rete di associazioni, scuole e comuni: l’Equilibri di Corridonia, il Centro Culturale Andrej Tarkovskij e la Virgilio Puccitelli di San Severino, l’associazione giovanile Judo Samurai di JesiChiaravalle, la Red Rete Educazione Digitale di Macerata, l’Asd Essepiemme di Jesi, con le scuole Ipsia “Corridoni” di Corridonia, Ipsia“Don Pocognoni” di Matelica, Ipseoa “Varnelli di Cingoli, I.C. “Strampelli” di Castelraimondo e I.C. “Gigli” di Monteroberto, con la collaborazione dei Comuni ospitanti di San Severino, Corridonia, Matelica, Gagliole, Cingoli, Jesi, Monteroberto e San Marcello.

Immagine5

Marco Cencioni
Marco Cencioni
è il nostro eroe dello sport. Appassionato di calcio, tocco sopraffino, difensore roccioso fuori e dentro il campo. Sulle sue spalle, sopra il numero 4 campeggia il nick name “Ceng”. Ha lo spirito dell’allenatore. Per lui ogni partita si gioca fino al fischio finale, non si arrende mai. Gira il mondo e la provincia per scovare i giovani campioni che diventeranno gli atleti del futuro.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie