sabato, Maggio 18, 2024

TuttaScena, le classi si sfidano a teatro
Ecco chi ha vinto la rassegna

POLLENZA- La premiazione si è svolta domenica al teatro "Giuseppe Verdi"

9144b449-6daf-4e01-ae07-ce73bf61a677-1024x684
La premiazione (Foto Franco Tomassini)

Sfida a colpi di teatro e recitazione per l scuole di Pollenza. Si è conclusa infatti domenica 21 maggio al teatro “Giuseppe Verdi”  la rassegna teatrale “TuttaScena 2023”, che rappresenta da sempre per il Comune e l’Istituto comprensivo “V. Monti” un appuntamento di grande valore formativo per i ragazzi e ragazze, un’opportunità per mettersi in gioco e, al tempo stesso, un’occasione di apprendere in modo creativo.

20ad7982-45de-4660-928c-e2bed7fdf631-1024x682

La rassegna è stata sponsorizzata dal Consiglio regionale delle Marche e da alcuni privati locali, mentre l’aspetto tecnico è stato curato da “Hip-notica Full Service” di Alessandro Pianesi.
La manifestazione conclusiva di domenica pomeriggio, presentata dal brillante Matteo Pasquali, è stata poi allietata da momenti di musica e di canto, organizzati dai docenti Eugenio Gasparrini e Maria Cristina Garbuglia, che hanno diretto i ragazzi e le ragazze dell’orchestra della scuola secondaria di Pollenza.

c1876a4a-f395-4d9a-91c0-47cf93fa12bc-1024x682
La giuria, composta da esperti del settore quali Marina Frapiccini, Giuliana Marinozzi, Fabrizio
Pignani ha valutato gli spettacoli per l’intera settimana dal 15 al 20 maggio, riconoscendo l’alto
valore artistico di tutti i prodotti.
Di seguito i vincitori della rassegna che sono stati premiati nel corso della manifestazione:
Migliori interpreti scuole primarie: Camilla Alessandrini della classe 5^A della scuola primaria “G.
Natali” di Sforzacosta. Sono stati premiati ex-aequo i quattro del divano: Nicola Menichelli,
Emanuele Niccolini, Alessandra Paielli, Federico Sorichetti della scuola primaria “A. Frank” di
Pollenza.
Migliori interpreti scuola secondaria: Enea Petrini e Linda Paoloni della 3^ A della scuola secondaria
per lo spettacolo “Per Piero o per Paolo?”.
Miglior testo originale: per lo spettacolo “L’isola di quale tesoro?” della scuola primaria “A.
Frank” di Pollenza.
Migliori costumi e migliore scenografia: allo spettacolo “Falastaff, burlone berlato” delle classi
5^ A e 5^ B della scuola primaria “C. Urbani” di Casette Verdini.
Migliore coreografia scuola primaria: alla 5^B della primaria “S. d’ Acquisto” di Macerata per lo
spettacolo “Il nuovo diluvio”.
6db25763-97bd-465f-80d1-9bff4c69d83d-689x1024Migliore coreografia scuola secondaria: alla 1^ A della scuola secondaria con lo spettacolo “Il tg strambo”.
Migliore interpretazione musicale scuola primaria: alla 5^B della scuola primaria “S. d’ Acquisto” di
Macerata per lo spettacolo “Il nuovo diluvio”.
Migliore interpretazione musicale scuola secondaria: alla 1^A della scuola secondaria di primo grado
per “Il tg strambo”.
Clou della manifestazione: i vincitori della rassegna TuttaScena2023.
Miglior allestimento scuole primarie: lo spettacolo “L’isola di quale tesoro?” della scuola
primaria “A. Frank” di Pollenza con la seguente motivazione: “La brillante recitazione di tutti gli
alunni e la valida organizzazione scenica hanno evidenziato l’efficacia di un pregevole testo originale
che ha saputo, con gradevoli spunti comini, cogliere brillantemente temi di comprovata attualità
adolescenziale, quali l’uso indiscriminato dei cellulari ed il conseguente isolamento dei ragazzi dal
mondo circostante. L’ottima interpretazione musicale e le ben organizzate coreografie hanno
contribuito ad offrire uno spettacolo completo e teatralmente valido.
Miglior allestimento scuole secondarie: “La tragicomica commedia di Amleto” della classe 2^ A della
scuola secondaria per aver rielaborato in modo efficace e brillante la conosciuta tragedia di Amleto,
offrendo al pubblico un piacevole spettacolo d’ insieme e momenti di apprezzata comicità.

(Foto di Franco Tomassini)

39a31e61-4c8a-4860-8d1f-598f1908f654-1024x682

 

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie