giovedì, Luglio 25, 2024

Vigili a scuola
«Ecco le regole da rispettare
a piedi e in bicicletta»

POLLENZA - Il primo di un una serie di incontri della polizia locale nelle scuole si è svolto nell’infanzia “Arcobaleno” di Casette Verdini

polizia_scuola_pollenza-1-1024x768

Gli agenti della polizia locale di Pollenza, con il loro comandante, il sostituto commissario Nicolas Fulvi, hanno dato avvio ad una serie di incontri con gli studenti e le studentesse delle scuole del territorio finalizzati, sia a far conoscere la figura dell’agente di polizia locale con tutte le sue molteplici competenze, sia a promuovere, tra i cittadini del futuro, il rispetto della legalità in ogni sua forma.
Il primo di questi incontri si è svolto lunedì scorso nella scuola dell’infanzia “Arcobaleno” di Casette Verdini. Gli agenti, con l’ausilio di alcuni video, hanno fornito ad alunni e alunne le nozioni di base in materia di educazione stradale con l’obiettivo di stimolare nei bambini e nelle bambine una coscienza civica della circolazione, attraverso la consapevolezza di condotte sicure, da trasmettere anche ai loro genitori.
polizia_scuola_pollenza-5-1024x1024E’ stato loro spiegato cos’è la strada e da quali parti è composta, i comportamenti e le regole da rispettare in bicicletta, l’importanza di camminare sul marciapiede, di rispettare lo stop, di usare sempre le strisce pedonali e di indossare le cinture di sicurezza. Al termine i bambini e le bambine si sono potuti cimentare in un piccolo percorso stradale per testare quanto appreso.

polizia_scuola_pollenza-4-1024x1024

polizia_scuola_pollenza-3-1024x1024

polizia_scuola_pollenza-3-1024x1024 polizia_scuola_pollenza-2-1024x1024

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie