domenica, Maggio 26, 2024

Piantano ciliegi a scuola
«Speriamo che in qualche anno
possano diventare un boschetto»

CIVITANOVA - Studenti e studentesse dell'istituto "Da Vinci" hanno celebrato la Giornata internazionale delle foreste incontrando due botanici e lavorando nel giardino

urban_nature_cluana-5
La piantumazione di ieri

La giornata internazionale delle foreste al “Da Vinci” di Civitanova è stata celebrata con l’iniziativa “Cluana Urban Nature”. I momenti salienti dell’iniziativa nell’articolo a  cura di Sebastiano Cardinali
con la collaborazione di Marco Sabatini (foto) e Riccardo Gironacci (interviste), tutti della classe 3^M. 

***

In occasione della “Giornata mondiale delle foreste” istituita il 21 dicembre 2012 con risoluzione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, ieri sono riprese le attività pratiche del progetto “Cluana Urban Nature” e del nostro percorso di classe sulla biodiversità legato al PCTO.

urban_nature_cluana-3
I botanici Federico Tardella e Riccardo Pennesi

Nel corso della mattinata i botanici Federico Tardella e Riccardo Pennesi dell’Università degli Studi di Camerino, corso di laurea in “Ambiente e gestione sostenibile delle risorse naturali” , hanno tenuto una breve conferenza sul tema della biodiversità nell’ambito della gestione forestale sostenibile.
Durante l’evento i due ricercatori hanno gentilmente risposto ad alcune nostre domande.
Il dottor Pennesi ha riferito in merito al proprio percorso di studi: dopo il Liceo Scientifico si è iscritto al corso di laurea triennale in “Ambiente e Gestione Sostenibile delle Risorse Naturali” specializzandosi in microfauna del terreno. Successivamente si è interessato maggiormente allo studio della componente floristica degli ecosistemi. Grazie ad un suo percorso condiviso con l’Università di Camerino, è stato ospitato nel Parco Nazionale del Gran Sasso – Monti della Laga in un centro di ricerca floristico dove ha potuto studiare tutte le specie presenti nel territorio italiano con l’obiettivo finale di creare una lista: questo progetto ha portato anche allo sviluppo di una piattaforma on-line, accessibile a tutti, chiamata “Il Portale della Flora d’Italia”.

urban_nature_cluana-4Il dottor Tardella ci ha parlato, invece, della didattica nelle scuole con gli studenti dell’Università di Camerino del corso di “Ambiente e Gestione Sostenibile delle Risorse Naturali” avente lo scopo di sensibilizzare i ragazzi alla problematica della sostenibilità e, in particolare, della gestione forestale sostenibile. Hanno lavorato a diversi progetti su aree protette, come il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, e sugli habitat di interesse comunitario.
Relativamente al nostro progetto di piantumazione nel giardino della scuola, Tardella ritiene che lo stesso sia un’iniziativa molto positiva essendo in linea con la tendenza attuale alla rigenerazione degli spazi urbani e alla forestazione per il contrasto al cambiamento climatico. Il coinvolgimento di una scuola può essere un volano per un tipo di idea di gestione sostenibile degli ecosistemi naturali anche in ambiente urbano.
urban_nature_cluana-1Al temine della conferenza ci siamo spostati nel giardino della scuola dove abbiamo messo a dimora, con la partecipazione delle classi 2^M e 3^M di Scienze applicate, una cinquantina di piante autoctone, tra viburni, agazzini, aceri, prugnoli, rose e tamerici: abbiamo così completato la fascia di siepi autoctone nel lato ovest del cortile scolastico, realizzando anche un piccolo nucleo di ciliegi selvatici che speriamo nel giro di 5-10 anni possa diventare un piccolo “boschetto”. La piantumazione fa parte del progetto pluriennale “Cluana Urban Nature” (https://cluanaurbannature.weebly.com/), nato nel 2018 ed avente l’obiettivo di migliorare le conoscenze scientifiche in ambito naturalistico, per comprendere meglio il funzionamento degli ecosistemi – a partire da un “banale” giardino scolastico – e per gestire in modo sempre più consapevole il territorio, conservare al meglio e incrementare la biodiversità anche in ambito urbano in modo da rendere le nostre comunità sempre più resilienti, sostenibili e pronte per le sfide imposte dal cambiamento climatico.

urban_nature_cluana-2

 

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie