martedì, Luglio 23, 2024

Domenica si vota:
guida alle elezioni
per bambini e bambine

POLIS - Da qualche settimana ne parlano tutti e tutte e ti hanno anche avvisato che la tua scuola resterà chiusa. Ecco chi, dove, quando, perchè e come si vota

elezioni_junior_recanati-15-1024x768di Alessandra Pierini

“Votate per me”, “E’ importante andare a votare”, “Fate la scelta giusta”. Sono parole che sicuramente in questi giorni e ormai da qualche settimana avrai sentito in modo ricorrente in casa tua, tra le persone adulte e anche in televisione o alla radio. E sicuramente saprai che per le elezioni la tua scuola resterà chiusa qualche giorno. Domenica 25 settembre sarà il giorno delle elezioni.

Cosa vuol dire votare? Votare è scegliere. E’ qualcosa che fai anche tu tutti i giorni quando scegli cosa mangiare a merenda ad esempio magari tra due opzioni proposte da mamma e papà.Puoi fare le votazioni anche nella tua famiglia quando tu vuoi andare al mare e magari il tuo fratellino in montagna e allora lo mettete ai voti facendo scegliere mamma e papà. O forse nella tua scuola è stato eletto il consiglio delle bambine e de bambini con l’elezione anche del sindaco.

Ecco è questo che faranno domenica 25 settembre tutti i maggiorenni e tutte le maggiorenni voteranno per scegliere da chi vogliono essere rappresentati alla Camera e al Senato. In queste settimane i candidati e le candidate scelte dalle forze politiche presenti in Italia hanno espresso le loro idee e presentato i loro programmi elettorali per convincere gli adulti a votarli.

Domenica si andrà alle urne dalle 7 alle 23.Di certo anche a te sarà capitato, in una delle passate votazioni, di andare con un adulto (per votare bisogna avere più di 18 anni) al seggio elettorale. 
Probabilmente era nella tua scuola, magari anche nella tua stessa aula ma ai banchi sedevano delel persone che non erano le maestre o i maestri e c’erano degli strani camerini con delle tende scure, tipo quelli dove si va nei negozi a provare un abito. Avrai anche visto che a chi entra vengono controllati i documenti, viene consegnata una scheda elettorale e una matita. Ecco è proprio nel momento in cui si entra dietro la tenda che si vota. Cioè si scrive sulla scheda elettorale chi vogliamo che ci rappresenti. In particolare domenica ad ogni elettore o elettrice saranno consegnate due schede, una gialla per il Senato e una rosa per la Camera e ci saranno i nomi dei candidati che saranno diversi in ogni regione.

Poi da lunedì sera gli scrutatori conteranno le schede elettorali e le divideranno per i diversi candidati. 
Il sistema elettorale in vigore in Italia si chiama Rosatellum, un nome un po’ buffo che fa riferimento al suo ideatore che si chiama Ettore Rosato. E’ piuttosto complesso e servono dei conteggi per niente semplici, in base ai quali saranno eletti i nuovi e le nuove parlamentari. saranno poi loro a formare il governo.

Utilizziamo il famosissimo schema giornalistico delle 5 W e rispondiamo alle domande essenziali sulle elezioni.

WHO – Chi vota? Tutti gli italiani e le italiane che abbiano compiuto 18 anni
WHAT – Cosa votiamo? I nostri rappresentanti ele nostri rappresentanti in Parlamento cioè al Senato e alla Camera
WHEN – Quando si vota? Domenica 25 settembre dalle 7 alle 23
WHERE – Si vota nei seggi elettorali che di solito si trovano nelle scuole
WHY – Si vota perchè i nostri rappresentanti e le nostre rappresentanti di Camera e Senato lavoreranno per formare il nuovo governo italiano come previsto dalla Costituzione

 

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie