venerdì, Giugno 14, 2024

Una canzone per la pace
scritta e musicata da bambini e bambine

CINGOLI - Alunni e alunne della classe 5°B della Scuola primaria l'hanno dedicata ai bambini e alle bambine ucraine, vittime della guerra. Partita anche una raccolta fondi

WhatsApp-Image-2022-05-26-at-12.16.33-1024x768
Alcuni disegni realizzati dagli alunni

“Una canzone per la pace” è l’iniziativa degli alunni, alunne ed insegnanti della classe 5°B della Scuola Primaria di Cingoli.
Nelle settimane successive allo scoppio della guerra in Ucraina, evento che li ha profondamente colpiti, i bambini e le bambine hanno riflettuto insieme alle docenti sul valore della pace, a partire dalla conoscenza di poesie e canzoni appartenenti al patrimonio culturale comune, e ognuno di loro ha poi scritto la propria poesia di pace e con un’operazione di montaggio è stata creata un’unica poesia, un testo collettivo che riporta qualcosa di ognuno.

WhatsApp-Image-2022-05-26-at-12.16.33-1-768x1024
Il secondo momento importante è stato quello della composizione della canzone: la poesia è stata musicata e gli alunni e le alunne hanno proposto e scelto la melodia e il ritmo più adatti. La musica è stata eseguita dell’insegnante, mentre l’esecuzione del brano è degli stessi bambini e bambine: la registrazione è stata fatta con strumenti artigianali ma il risultato è entusiasmante anche perché il tutto è diventato un video con immagini (nel rispetto della privacy) e disegni degli alunni e dalle alunne.

Fino a qui possiamo cogliere i contorni di una lodevole proposta didattica ma è proprio da qui che invece si parte per dare uno spessore nuovo a un’esperienza scolastica: infatti il video sarà presente sul sito del “Maglificio Pamira” e ogni visualizzazione farà aumentare i fondi destinati dall’azienda ai bambini ucraini, vittime della guerra.

https://www.retedeldono.it/it/iniziative/unicef-italia/cantiamo-la-pace-per-i-bambini-ucraini

WhatsApp-Image-2022-05-26-at-12.16.34-1024x576
Immagine tratta dal video

L’iniziativa è sotto il patrocinio dell’Unicef anche perché l’Istituto comprensivo Mestica ha aderito al progetto “Scuola amica Unicef” e la responsabile regionale dell’associazione, la  dottoressa Mirella Mazzarini, conosce bene questi bambini e bambine: nello scorso dicembre, insieme ai colleghi e alle colleghe della classe 5°A di Cingoli, hanno raccolto più di duemila euro per la vaccinazione dei bambini e delle bambine nei paesi poveri.
Una scuola che lavora per competenze e che con un’attivazione trasversale di tutte riesce ad essere d’aiuto a qualcuno, è la scuola che prepara persone complete e cittadini responsabili.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie