domenica, Giugno 23, 2024

Il treno in sicurezza,
la polizia incontra gli studenti

CIVITANOVA – Progetto “Train to be cool” con 250 ragazzi della Mestica. Gli appuntamenti, con presente il dirigente del commissariato, Fabio Mazza, si sono svolti ieri e il 17 marzo

fabio-mazza-1-650x470

Il commissario capo Fabio Mazza

 

Contro il consumo di droga, prosegue il progetto “Scuole sicure” con gli studenti della provincia di Macerata. L’attività, pianificata nell’ambito del Comitato provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica, prevede una serie di incontri con gli studenti delle scuole secondarie di primo grado della provincia. Insieme a questo c’è anche il progetto della polizia “Train to be Cool”. Il 17 marzo e ieri circa 250 alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado Mestica di Civitanova, oltre agli argomenti di cui sopra, hanno avuto modo di rinnovare un appuntamento importante, già al secondo anno nel medesimo istituto, con la Polizia ferroviaria del compartimento di Ancona.

Presenti all’incontro con i ragazzi, introdotti dal dirigente del commissariato di Civitanova, il commissario capo Fabio Mazza, l’ispettore superiore Gianfranco Bartolucci, la vice sovrintendente Barbara Napolitano e l’assistente capo di Coordinamento Maiola David. Il progetto Train to be cool, è ideato dal Servizio di polizia Ferroviaria del Dipartimento di pubblica sicurezza del ministero dell’Interno per sensibilizzare i giovani all’adozione di comportamenti corretti in ambito ferroviario per la propria e altrui incolumità. Train” come treno, ma anche come formazione, allenamento, educazione…per essere “cool”, forti, in gamba, alla moda. Molti giovani infatti restano vittime di investimento da parte di treni spesso a causa della scarsa conoscenza dei pericoli presenti nelle stazioni e sui convogli ferroviari.

Gli studenti hanno quindi avuto l’opportunità di interagire con gli operatori Polfer in modo attivo ponendo domande e raccontando le loro esperienze. L’incontro è stato supportato da slide e filmati, alcuni molto toccanti realizzati da studenti delle scuole superiori: sono stati discussi fatti di cronaca avvenuti in tutto il territorio nazionale che hanno visto coinvolti giovani rimasti vittime di incidenti derivanti dall’adozione di comportamenti “a rischio” o di gesti irresponsabili ed imprudenti.

Il valore dell’educazione civica, la cultura della sicurezza, l’educazione alla legalità: questi gli obiettivi del Progetto legalità dell’istituto che si avvarrà di ulteriori appuntamenti con la polizia che incontrerà a breve gli alunni delle classi seconde della scuola secondaria e i più piccoli della scuola primaria.</strong

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie