sabato, Luglio 20, 2024

Carabinieri in cattedra al Fermi:
lezione su legalità,
cyberbullismo e droga

MACERATA - Il tenente colonnello De Paoli e il tenente D'Antonio hanno incontrato i ragazzi e la ragazze delle secondarie di primo grado

massimiliano-dantonio
Il tenente Massimiliano D’Antonio con Rosanna Cameli, insegnante dell’istituto Fermi

Dalla droga al cyber bullismo lezione dei carabinieri all’Istituto comprensivo Enrico Fermi di Macerata. Fa parte del progetto “Cultura della legalità” portato avanti dal comando provinciale dei carabinieri di Macerata di concerto con le iniziative della Prefettura, che ha l’obiettivo di contribuire a sviluppare nei giovani la coscienza sociale basata sul rispetto delle regole e delle leggi.

L’incontro con gli alunni della scuola secondaria di primo grado delle classi seconde e terze alla presenza dei professori referenti dei progetti di legalità dell’istituto ha visto salire in cattedra il tenente colonnello Roberto De Paoli, comandante della Compagnia carabinieri di Macerata, ed il tenente Massimiliano D’Antonio, comandante della Sezione operativa della Compagnia carabinieri di Macerata. Dopo aver illustrato i principi generali della legalità, di corresponsabilità e di imputabilità, è stato affrontato l’argomento della droga, delle dipendenze e dei risvolti sociali ad esse connesse. Anche nei riguardi del bullismo e cyberbullismo è stata offerta un’analisi condivisa con le classi facendo anche cenno alle responsabilità che derivano dall’uso inconsapevole dei social network. In ultimo, su richiesta di alcuni alunni è stata illustrata l’organizzazione dell’Arma e delle specialità di cui dispone.

Marco Cencioni
Marco Cencioni
è il nostro eroe dello sport. Appassionato di calcio, tocco sopraffino, difensore roccioso fuori e dentro il campo. Sulle sue spalle, sopra il numero 4 campeggia il nick name “Ceng”. Ha lo spirito dell’allenatore. Per lui ogni partita si gioca fino al fischio finale, non si arrende mai. Gira il mondo e la provincia per scovare i giovani campioni che diventeranno gli atleti del futuro.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie