domenica, Giugno 16, 2024

Gran Prix esordienti di scherma:
Macerata vince
di fronte ad Elisa Di Francisca

SPORT - La compagine del capoluogo è stata la più numerosa al palazzetto di Jesi, con 19 rappresentanti. Successo nella categoria D (2010 – 2011) e nella categoria E (2008 – 2009). La società: «Peccato che Macerata non disponga di una sala dedicata alla scherma e attrezzata come le altre società marchigiane»

 

2010-2011
La premiazione dei 2010-2011

Si è svolta ieri nel palazzetto della scherma di Jesi la seconda gara regionale del Gran Prix esordienti di scherma, riservata agli atleti dai 6 ai 14 anni. Ospite d’onore è stata Elisa Di Francisca, medaglia d’oro nel fioretto alle Olimpiadi di Londra del 2012 e per sette volte campionessa mondiale della specialità.

Plastica-Jesi03La schermitrice plurimedagliata ha premiato le giovanissime promesse suscitando emozione e speranza di emularla nei prossimi anni. Oltre 100 i partecipanti provenienti da tutte le Marche, ben 19 i giovanissimi atleti della Macerata Scherma che è risultata la compagine più numerosa a testimonianza della grande diffusione che questa disciplina sta registrando nella provincia. Per alcuni piccoli atleti maceratesi è stata la prima gara a cui partecipavano. Rotta l’emozione iniziale hanno cominciato a mettere a segno stoccate su stoccate conseguendo un risultato complessivo di grande rilievo. La Macerata Scherma ha vinto entrambi le categorie dove era prevista la classifica finale con il podio. Nella categoria D (nati dal 2010 – 2011) si sono classificati: prima Aurora Becerrica (Macerata Scherma), seconda Bianca Petrini (Adriatica Scherma Civitanova), terza Elisa Fioretti (Club Scherma Jesi), terza Chiara Coletta (Macerata Scherma). Nella categoria E (nati dal 2008 – 2009) sono saliti sul podio: prima Ludovica Pettinari (Macerata Scherma), seconda Anna Tridici (Adriatica Scherma Civitanova), terza Victoria Pantanetti Gonzalez (Adriatica Scherma Civitanova).

IMG_20220220_144542-1024x768

Nell’anno 2022 in cui Macerata celebra il titolo di città europea dello sport, la scherma si afferma come attività emergente che convince sempre più ragazzi e genitori a sceglierla «per le sue caratteristiche formative, per la sicurezza e per il divertimento. Anzi, in più casi i genitori sono stati coinvolti dalla passione per questa disciplina ed hanno cominciato a loro volta gli allenamenti in sala scoprendo che si può imparare a duellare in pedana a qualsiasi età – denuncia Macerata Scherma -. Peccato che Macerata non disponga di una sala dedicata alla scherma e attrezzata come le altre società marchigiane. I dirigenti e lo staff tecnico, però, ce la stanno mettendo tutta per non far sentire lo svantaggio. Non perdono la fiducia che l’amministrazione cittadina e magari qualche azienda sponsor diano il supporto necessario a colmare il gap strutturale che penalizza la città dello Sferisterio. E pensare che proprio nello Sferisterio già nella seconda metà del’Ottocento si tenevano le esibizioni di scherma dei giovani maceratesi». Sabato 26 e domenica 27 febbraio nuova gara al Palascherma di Ancona, i colori biancorossi non mancheranno all’appuntamento.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie