domenica, Luglio 14, 2024

Il Milite Ignoto in un calendario

CIVITANOVA – Realizzato da studenti e studentesse delle scuole cittadine. L’iniziativa era legata alle manifestazione per il IV novembre. Sono 600 le copie a disposizione

calendario-milite-ignoto-1-650x650

Il presidente Anc Roberto Ciccola, l’assessore Barbara Capponi e il presidente del consiglio comunale Claudio Morresi

In occasione della ricorrenza del centenario del milite ignoto, celebrato lo scorso 4 novembre, l’assessorato ai servizi educativi, in collaborazione con Anc e presidenza del consiglio comunale hanno proposto agli studenti e alle studentesse di realizzare un calendario a ricordo della cerimonia pubblicando i propri lavori. Invitati a partecipare alla realizzazione del calendario gli alunni e le alunne iscritti agli istituti comprensivi della città, particolarmente quelli della scuola secondaria.

calendario-milite-ignoto-2-455x650Sono giunte diverse raffigurazioni legate alla grande guerra che hanno portato alla stampa del calendario finale. Per evitare contagi si è scelto di non organizzare cerimonie e le copie verranno consegnate direttamente ai ragazzi, alle ragazze e agli insegnanti. Hanno fornito i contributi gli studenti e le studentesse di istituto comprensivo Sant’Agostino, scuola secondaria di primo grado Ungaretti, istituto di istruzione superiore Leonardo da Vinci, istituto comprensivo Via Ugo Bassi, scuola secondaria di primo grado Annibal Caro, istituto comprensivo via Regina Elena, scuola secondaria di primo grado Pirandello, istituto comprensivo via Tacito, scuola secondaria di primo grado Mestica, Stefano Boccanera e Noemi Serafini.  La realizzazione del calendario è quindi l’ultimo omaggio istituzionale dedicato al Milite Ignoto, celebrato con più eventi nel novembre scorso, quali la festa dell’unità nazionale e delle forze armate con il conferimento ufficiale della cittadinanza onoraria e il concerto di gala.
«Quella del IV Novembre e la cittadinanza conferita al milite ignoto è stata un’occasione molto toccante per tutti noi, innanzitutto perché abbiamo visto la partecipazione attiva di tanti studenti che ci hanno ricordato la storia e l’hanno vissuta con commozione. Poi, perché le istituzioni hanno il dovere di ricordare i momenti unificanti della nostra patria soprattutto in un momento complicato come quello che stiamo vivendo. Proprio questo è il senso di questo calendario, scandire il tempo e non dimenticare mai i grandi sacrifici fatti da chi ci ha preceduto per consegnarci una nazione unita e migliore» ha dichiarato il sindaco Fabrizio Ciarapica.
«Ripercorrere quegli avvenimenti di cento anni fa – ha aggiunto il presidente del consiglio Claudio Morresi – ristudiarli insieme ai nostri giovani cittadini, mi ha regalato un grande senso di utilità e concretezza nello svolgimento delle mie funzioni come presidente del consiglio comunale che è la casa vera e più nobile di tutti i civitanovesi. Lasciare una traccia attraverso questo significativo calendario realizzato con i lavori dei nostri studenti è un segnale importante per accompagnare tutti noi al ricordo delle migliaia di giovani che sono caduti per la nostra grande Patria».

calendario-milite-ignoto-3-457x650«Esprimo tutta la soddisfazione anche a nome delle altre associazioni coinvolte – ha sottolineato Roberto Ciccola Presidente A.N.C – che hanno partecipato ad una celebrazione composta di tanti eventi di varia natura. Di questo ringrazio l’amministrazione comunale che ha condiviso con le tante associazioni ogni aspetto gestionale e organizzativo».  «Coinvolgere gli studenti dando la possibilità di cimentarsi in una lettura grafica della loro percezione della storia è stata una affascinante scommessa che i ragazzi hanno accolto e vinto con successo. I miei complimenti a ciascuno e a tutti coloro che li hanno accompagnati in questo viaggio di consapevolezza e rielaborazione» – ha concluso l’assessore Barbara Capponi. Sono 600 le copie del calendario che sono state stampate,  gran parte delle quali saranno distribuite agli studenti affinché il riconoscimento del loro lavoro entri nelle famiglie, mentre le altre sono a disposizione dell’Anc.

&

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie