domenica, Luglio 21, 2024

Scegliere la scuola superiore
«Rispettate le vostre attitudini
e i vostri stili di apprendimento»

MACERATA - Alunni e alunne della scuola "Dante Alighieri" hanno incontrato con i loro genitori un esperto e una esperta del Centro per l'Impiego, l’Orientamento e la Formazione della Regione Marche. Ecco le loro impressioni

orientamento-1-1024x768
Genitori, ragazze  e ragazzi della “Dante Alighieri” incontrano gli esperti del Centro per l’Impiego, l’Orientamento e la Formazione della Regione Marche. La classe 3E racconta l’esperienza vissuta a scuola. 

«Tante sono le attività messe in atto anche quest’anno dalla nostra scuola, la “Dante Alighieri” di Macerata per affiancare gli studenti delle classi terze nel delicato passaggio alla Scuola Secondaria di II grado. Dapprima c’è stato il lavoro effettuato in classe dagli psicologi e volto a farci prendere consapevolezza delle attitudini e degli interessi. Poi è toccato anche ai nostri genitori e così venerdì nell’Auditorium del Centro studi Orizzonte, c’è stato il secondo incontro per l’Orientamento con Cinzia Bonifazi e Filippo Sani, del Centro per l’Impiego, l’Orientamento e la Formazione della Regione Marche. Nel pieno rispetto delle norme previste per il contenimento della pandemia da Covid-19, siamo tornati a svolgere incontri formativi ed informativi in presenza. I genitori accompagnati dai propri figli hanno apprezzato l’esperienza e la competenza degli esperti, che con semplicità e simpatia hanno ribadito concetti fondamentali e mai scontati.
orientamento-2-1024x768Abbiamo capito che noi giovani promesse della scuola siamo chiamati a fare una scelta responsabile e consapevole, ma soprattutto libera il più possibile da condizionamenti ed aspettative altrui. Certo dobbiamo essere guidati e supportati dai nostri genitori, perché in questa fase del nostro processo cognitivo, siamo piuttosto “ballerini”, cioè mutevoli e confusi nelle scelte, o almeno così ha detto il dottor Sani. Tuttavia è nel rispetto delle nostre attitudini, dei nostri stili di apprendimento e delle nostre caratteristiche comportamentali che possiamo formarci positivamente, acquisire fiducia in noi stessi e costruire i nostri saperi. Al contrario, un percorso scolastico difficile e fatto di insuccessi può generare in noi senso di inadeguatezza ed atteggiamenti rinunciatari, che dureranno ben oltre gli anni di scuola. In tal senso la dottoressa Bonifazi ha sottolineato più volte quanto sia importante per ragazzi e ragazze vivere un percorso scolastico positivo e quindi, se serve, anche insieme a qualche compagno. Claudia, della 3E, ha partecipato con la mamma; lei frequenterà il Liceo delle Scienze Umane perché vorrebbe diventare una psicologa ed è rimasta particolarmente colpita da questa affermazione perché dice: «Era un aspetto che non avevo considerato ed invece trovarmi, piccola, tra ragazzi di almeno cinque anni più grandi ora mi preoccupa se non conosco nessuno. Ci hanno anche detto che, se proprio ci rendiamo conto di aver fatto una scelta sbagliata, possiamo anche cambiare indirizzo o scuola, ma certo non è facilissimo».
orientamento-3-1024x768«A me -dice Matilde- ha colpito la considerazione fatta dalla dott.ssa Bonifazi a proposito della relazione tra stili cognitivi e tipologie di scuole secondarie di II grado; ho capito che la differenza tra chi sceglie di frequentare un liceo e chi sceglie di frequentare un Istituto professionale non dipende solo dalla voglia e dall’impegno che si vuol mettere nello studio, ma anche dal nostro modo di apprendere, più o meno teorico».
Riccardo, della 3A, dice che per lui, però, è importante che la scuola gli lasci anche del tempo libero per continuare a frequentare gli allenamenti di calcio e quindi non può solo studiare al pomeriggio.
Alla fine tutti i presenti hanno avuto la possibilità di chiedere informazioni sui vari percorsi scolastici e soddisfare curiosità e dubbi. Una cosa è emersa chiaramente e cioè che l’ansia è tanta e non è solo dei più giovani.
Presto altri eventi ci coinvolgeranno ed ci aiuteranno nella scelta della Secondaria di II grado»

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie