giovedì, Luglio 25, 2024

Matricole presenti al 100%,
gara di orienteering in centro
e saluto della preside

MACERATA - Si è concluso il progetto accoglienza del liceo scientifico "Galilei". la dirigente Roberta Ciampechini ha incontrato i genitori e raccomandato la massima attenzione alla prevenzione

roberta_ciampechini
La dirigente Roberta Ciampechini

Il dirigente scolastico Roberta Ciampechini ha accolto gli studenti e le studentesse del “Galilei” della sede centrale di via Manzoni 95 a Macerata e della succursale di via Gramsci, 39, soddisfatta di averli ritrovati, tutti in presenza al 100%.

Imperativo categorico è mantenere questa situazione, pur persistendo lo stato di emergenza Covid 19. Inevitabile, nel saluto del Dirigente, il richiamo alle buone norme di prevenzione del contagio, mai disattese e opportunamente riproposte, specialmente ai nuovi iscritti del liceo. Questo il messaggio che è stato trasmesso agli studenti e alle studentesse del “Galilei” e alle loro famiglie.
In particolare, nei giorni immediatamente precedenti l’inizio delle lezioni la Ciampechini, coadiuvata dallo staff di dirigenza, ha tenuto tre incontri pomeridiani per le matricole con i loro genitori nell’aula Magna dell’ITE “Gentili” di Macerata.

orienteering

A favorire le presentazioni e a creare un clima di serena e proficua intesa ci ha pensato la professoressa Elisabetta Marcelli, che, in team con le docenti Maria Cristina Tarquini e Sara Ciucci, ha curato il progetto Accoglienza, facendolo conoscere alla platea.
Nei giorni di giovedì e venerdì 23 e 24 settembre, le matricole del liceo si sono incontrate nel centro storico di Macerata dove si sono impegnate in appassionate gare di orienteering, sotto la guida dei docenti di Scienze Motorie Daniela Compagnucci, Riccardo Marra, Claudia Virgili. Da piazza Cesare Battisti sono partiti per gruppo classe, ad intervalli regolari, generalmente distanziati di due minuti, ed hanno affrontato una gara a cronometro, con l’ausilio di una carta da orientamento creata appositamente, che offriva indicazioni codificate con una simbologia specifica della zona prescelta per la gara. Dopo una prima consultazione dell’ambiente e della carta anche tramite la bussola, si sono avviati verso la prima lanterna. Nel corso della gara, che è durata mezz’ora per ciascun gruppo, i concorrenti hanno dovuto dosare le proprie forze, oltre a mantenere una visione sufficientemente chiara dell’intero territorio di gara e non si sono lasciati andare né all’improvvisazione né allo scoraggiamento.

 

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie