domenica, Luglio 14, 2024

«La lingua svedese le batte tutte,
ha una parola di 131 lettere»

CIVITANOVA - Le docenti di lingue dell’Istituto Sant' Agostino hanno aderito alla Giornata europea delle lingue con iniziative che hanno molto coinvolto alunni e alunne

lingue_europa-3-1024x563

L’Europa. l’Unione Europea. Un spazio geografico in cui gli stati collaborano. Grande e senza barriere, con tantissimi popoli e molteplici lingue. Ma per i giovani e le giovani cos’è?
Come è possibile avvicinare i ragazzi e le ragazze a comprendere qualcosa così lontano dalla loro realtà quotidiana? Da queste e da molte altre domande nasce un progetto che coinvolge tutte le scuole delle Nazioni appartenenti all’UE: La giornata europea delle Lingue.
Questa idea nasce nel 2001 su iniziativa del Consiglio europeo di Strasburgo, allo scopo di celebrare la diversità linguistica del continente europeo, incoraggiare lo studio delle lingue straniere, promuovere la diversità linguistica e culturale dell’Europa e avvicinare tutti i ragazzi dei diversi stati membri.
«Le docenti di lingue dell’Istituto Sant’ Agostino di Civitanova  – si legge in una nota della scuola – non hanno perso l’occasione e hanno aderito al progetto per sensibilizzare gli alunni e le alunne della scuola secondaria di primo grado dei plessi Ungaretti e Ricci sull’importanza di conoscere le lingue e le tradizioni culturali e storiche delle nazioni appartenenti all’Unione Europea. Come? Rendendo i ragazzi e le ragazze protagonisti».

lingue_europa-2Gli alunni e le alunne  delle classi seconde e terze, grazie alle docenti di Inglese Gemma Foresi e Rosaria Rinaldoni nel plesso Ricci di Montecosaro, hanno iniziato il progetto partecipando a due incontri, in videoconferenza, con il prof Pierini, docente dell’Università degli studi di Urbino, durante i quali è stato presentato uno scorcio della storia, delle istituzioni e delle politiche dei vari Paesi e hanno potuto conoscere i programmi dedicati ai giovani cittadini dell’Unione Europea.
«L’incontro è stato veramente interessante – racconta Luca, uno degli studenti di terza Sapevamo di avere la possibilità di viaggiare in Europa, ma che fosse possibile anche studiare e divertirsi all’estero è stata una bellissima scoperta»

lingue_europa-1Gli studenti della professoressa Lodiana Gentiletti, insegnante di spagnolo in entrambi i plessi, hanno partecipato a questa manifestazione declinandola in varie attività, ideate e portate avanti in collaborazione con le docenti di prima e seconda lingua straniera. Alcune classi si sono confrontate, con sfide e giochi, su conoscenze e curiosità relative alle lingue europee.
«E’ stato divertente fare sfide e conoscere curiosità sulle lingue, è buffo sapere quali siano i versi degli animali o venire a conoscenza che in inglese nasce una nuova parola ogni due ore. – racconta entusiasta Silvia, un’alunna –  Pensate che abbiamo imparato quali sono le parole più lunghe di ogni cultura e lo svedese batte tutte le altre con una parola lunga 131 lettere».

I ragazzi e le ragazze della Ungaretti, con la professoressa Ombretta Aymonod, hanno effettuato ricerche individuali sui vari paesi europei e hanno soddisfatto le loro curiosità soprattutto di carattere linguistico facendo anche dei giochi a squadre con quiz.
Altri hanno affrontato la tematica ecologica scegliendo come slogan la frase “La mia Terra” intesa come pianeta. Slogan che è stato scritto e pronunciato in molte lingue europee: My land, Mein Land, ecc.

lingue_europa-5-964x1024Le insegnanti però non si sono fermate e hanno lavorato molto con le classi anche in campo multidisciplinare: un esempio è il progetto di Cittadinanza Globale che è stato affrontato anche in Inglese e tratta il rispetto degli animali. “I have a Dream” è stato realizzato in collaborazione con la sezione scuola “Piccole Impronte” della L.A.V.
«Con questo progetto abbiamo riflettuto sul nostro rapporto con gli animali – spiega Sara, 13 anni  -i nostri amici pelosi, i “non umani”, sono esseri senzienti finora esclusi da diritti e garanzie. Vanno protetti e aiutati».

«Sono state attivate lezioni asincrone – si legge in una nota dell’istituto –  con tutor madrelingua inglese per tutte le classi e la certificazione Ket per le classi terze.
Per rendere le classi ancor più partecipi, con il supporto dell’insegnante di Arte, Cinzia Paciaroni, hanno partecipato al concorso per il miglior design da inserire sulla maglietta ufficiale della Giornata Europea delle lingue 2021. Quindi tutti gli studenti  e le studentesse hanno ideato, disegnato e colorato un logo che verrà inviato alla direzione del concorso. Già lo scorso anno i ragazzi e le ragazze si erano distinti per aver vinto il primo premio nella competizione di arte promossa dall’associazione Cavallino Clop, chissà se anche quest’anno porteranno a scuola una vittoria.
lingue_europa-4Comunque vada  alunni e alunne stanno imparando l’importanza delle lingue nella società divertendosi! Il percorso che stanno facendo li porta a viaggiare non solo tra le lingue ma anche nelle culture, nei pensieri e nelle usanze dei coetanei degli altri stati facendo capire loro l’importanza della lingua come forma di comunicazione che li faranno diventare veri cittadini europei.
Questo progetto è unico nel suo genere, nel nostro territorio sono poche le scuole che hanno aderito, Istituto Sant’Agostino ancora una volta va oltre il semplice studiare per imparare le lingue ma cerca di creare le basi fondamentali per un futuro in cui i ragazzi possano viaggiare liberamente e consapevolmente fuori dall’Italia».

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie