sabato, Luglio 13, 2024

Giardini aperti e aree gioco chiuse,
il sindaco scrive a bimbi e bimbe
e fa mettere cartelli colorati all’ingresso

RECANATI - Il primo cittadino Antonio Bravi ha dedicato un post ai più piccoli mettendoli al corrente di ciò che accadrà nella fase 2

antonio-bravi-4-e1553935358926
Antonio Bravi, sindaco di Recanati

Da oggi comincia la cosiddetta “fase 2”, e potrai tornare pian piano ad uscire di casa, stando però sempre molto attenti a seguire le indicazioni del governo e delle autorità competenti. Vedrai che non sarà tutto come prima e noterai dei cambiamenti. Il sindaco di Recanati Antonio Bravi,insieme a tutta l’amministrazione comunale, ha deciso di scrivere una lettera ai bambini e alle bambine della sua città per metterli al corrente di quello che sta succedendo e di alcune avvertenze importanti. «Inizieremo a fare, con prudenza, qualche piccolo passo verso una normalità ancora lontana – scrive il primo cittadino in un post su Facebook – e vogliamo dedicare qualche pensiero ai più piccoli». Oltre a questo, Antonio Bravi informa bimbi e bimbe che l’area giochi di giardini e parchi resterà chiusa ancora per un po’, perché in questo momento è importante restare distanti ed evitare di utilizzare tutti insieme gli stessi attrezzi. Per questo ha fatto affiggere dei cartelli all’ingresso di parchi e giardini in cui spiega: «Potete comunque godere dello spazio intorno per bellissime e istruttive esplorazioni»
Questo il testo della lettera:

Care bambine e cari bambini,

vi siete sicuramente accorti che gli ultimi due mesi sono stati strani, senza la scuola a cui eravate abituati, senza poter vedere amici e amiche, senza poter frequentare i nonni, senza le lunghe passeggiate nei nostri parchi. C’è stato un virus che ha fatto ammalare diverse persone. Un virus è una forma di vita piccolissima, è visibile solo attraverso potentissimi microscopi, che si comporta come una specie di parassita, quando un virus si insedia in un corpo umano, può causare un’infezione, come ad esempio l’influenza. Può accadere che una persona che ha già in sé il virus, attraverso la tosse o gli starnuti, spruzzi i virus intorno a sé e chi si trova vicino, può inalare il virus. Per evitare che molti si ammalino e poi magari si faccia fatica a trovare le medicine per tutti, siamo stati finora tutti in casa.

Da domani si riprende un pochino della vita che conoscevate prima: si potrà uscire, i parchi saranno aperti nuovamente, si potranno visitare i nonni e i familiari. Troverete qualcosa di mutato, perché vedrete molte persone che indosseranno mascherine e guanti. Sappiate che sono utili a non farci ammalare, per questo sarà necessario indossarli ancora per un po’. Vi verrà detto che bisogna non avvicinarsi troppo gli uni agli altri e sappiamo che questo per voi sarà un sacrificio. stare distanti e lavarsi spesso le mani con il sapone sono però gli strumenti utili a non ammalarci. Seguite le indicazioni dei vostri genitori, dei vostri familiari e dei vostri insegnanti, con fiducia. Una bella camminata in campagna, leggere libri nel parco, immergersi nella natura, stare a guardare l’azzurro del cielo sono cose che ci aiutano comunque a stare bene. Ci vuole un pochino di pazienza, ma presto potrete tornare ai vostri giochi insieme.

lettera-sindaco-Antonio-Bravi

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie