lunedì, Giugno 24, 2024

I sogni e le passioni del dottor Carlo
raccontate ai più piccoli

CORRIDONIA - L'incontro si è svolto al Centro di aggregazione giovanile "Pippo per gli amici" e ha raccolto le tantissime testimonianze della vita del famoso dottore marchigiano Carlo Urbani, che ha dedicato la sua vita agli altri, agli ultimi, ai più bisognosi

 

dottor-carlo-corridonia-2
Un momento dell’incontro

Tanta emozione venerdì scorso al Centro di aggregazione giovanile “Pippo per gli amici” di Corridonia, per la presentazione del libro per bambini: ”Carlo Urbani. Una vita per gli altri”. L’evento, organizzato dall’associazione Equilibri, da sempre in prima linea nella promozione di iniziative culturali rivolte ai più giovani, con il patrocinio del Comune, ha accolto l’autrice e insegnante Ilenia Severini e della moglie del medico marchigiano, Giuliana Chiorrini. Con loro anche il giornalista Rai Vincenzo Varagona, che di Urbani si è occupato in passato, scrivendo il libro “Il medico della Sars”. E proprio Varagona ha aperto questa serata tanto attesa, raccontando la straordinaria vita di Carlo, rivolgendosi ai bambini e alle bambine presenti, così come agli adulti, parlando delle sue passioni ma soprattutto di quella che lo portò ad abbandonare la sua vita “comoda”, per dedicarsi totalmente agli altri, agli ultimi, ai più bisognosi.
dottor-carlo-corridonia-1Accoccolati su morbidi cuscini, i bambini e le bambine hanno ascoltato una storia meravigliosa, fatta di viaggi in terre lontane, in cui portare farmaci e cure per salvare vite umane e si sono chiesti quali fossero i loro sogni, quelli veri, quelli per cui vale la pena lottare. Poi l’incontro si è trasformato in un laboratorio: sullo schermo scorrevano le immagini di paesi lontani, ambulatori improvvisati, di Carlo e dei suoi piccoli pazienti, e ancora, con la sua famiglia. Dalla sua enorme valigia, la maestra Ilenia ha tirato fuori un mappamondo, una teiera, dei cappelli vietnamiti, oggetti che servono a riflettere sulla vita, sul viverla spendendosi per un ideale, per un sogno. Infine l’emozione di ascoltare la testimonianza della moglie di Urbani: il suo racconto, così vero, pacato ed intenso, è arrivato al cuore di tutti. Prima dei saluti, con gli occhi un po’ lucidi, ma con la consapevolezza di aver ricevuto un grande dono, la signora Chiorrini, ha presentato l’Aicu, l’associazione intitolata a Carlo Urbani, nata dopo la sua scomparsa, per realizzare i tanti progetti che stavano così tanto a cuore al medico marchigiano. Gli organizzatori della serata hanno quindi ringraziato l’amministrazione comunale, il sindaco Paolo Cartechini, e gli assessori Monica Sagretti e Francesco Andreozzi , e i presenti all’evento. Ma i ringraziamenti più preziosi sono andati alla famiglia Urbani, che questa storia l’ha donata a tutti, alla maestra Ilenia, che l’ha raccolta e l’ha saputa trasmettere ai bambini e a Vincenzo Varagona, che si è speso per far conoscere la vita e gli ideali di Carlo Urbani.

 

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie